Quando Gheddafi piaceva a sinistra

Tutti hanno in mente il comportamento di Berlusconi con il dittatore. Ma qualcuno si ricorda Prodi e D’Alema al riguardo?   Ieri Gheddafi ha pronunciato un discorso delirante, incitando i libici a sterminare chi la pensa diversamente da lui. Finalmente il governo ha preso una posizione meno interlocutoria nei confronti di un dittatore e un paese ai quali siamo comunque legati mani … Continua a leggere

Rosy Bindi, la Merkel de noantri

Vendola la lancia come capo di una grande coalizione. Lei si schermisce, ma questa è la nuova (ennesima) proposta per un Pd sempre più circo Barnum SONDAGGIO: Rosy Bindi leader di una grande coalizione. Sei d’accordo?  Rosy Bindi story: fotogallery Il Pd dorme? Nessun problema, ci pensa il “papa straniero” Nichi Vendola a svegliarlo lanciando la sua ultima proposta: candidare … Continua a leggere

Prodi, il Pd e la “Lega di sinistra”

Quasi tutto il Pd boccia la critica del professore. Intanto ai ballottaggi il partito perde anche Mantova. I modelli alla Vendola e alla Renzi che funzionano e che la “nomenklatura” voleva bloccare Quando i “padri” (in questo caso non di sangue) tuonano, i “figli” a volte si ribellano. E’ bastata una considerazione di Romano Prodi su un Pd troppo centralista e … Continua a leggere

Chi ha ucciso la sinistra italiana?

Per Prodi il blairismo ha ucciso la sinistra europea. E in casa nostra? Chi ha ucciso la sinistra italiana? Maggio 1996: poco dopo la vittoria alle politiche dell’Ulivo di Romano Prodi, Tony Blair visita l’Italia e dichiara: “Tra me e Romano c’è una forte affinità, abbiamo capito che i progressisti vincono se restano al centro”, “La vera sfida? Modernizzare lo … Continua a leggere

Dario, Pierluigi, Ignazio e molti altri: vota il tuo segretario!

Sull’onda dei commenti che ha suscitato il post su Debora Serracchiani, l’occasione è ghiotta per fare il punto sulle candidature alla segreteria del Partito democratico. Tre personalità diverse e ben distinte si affacciano all’orizzonte del loft di piazza S.Anastasia. Su-Dario Franceschini è il reggente ed è sempre meno precario, almeno dal video che ha pubblicato per ricandidarsi, oggetto di un … Continua a leggere

L’eterno ritorno di Prodi

Romano Prodi è come un totem per il centrosinistra. Davvero a 70 anni  è ancora l’unico a poter battere Berlusconi? I sinceri democratici  gli sono devoti. Perfino i nemici riconoscono l’onore delle armi del “Mortadella”. Cadde con voto di fiducia il 24 gennaio 2008. Politicamente un secolo fa, c’era ancora l’Unione. In realtà, come ha ricordato, nell’ospitata da Fabio Fazio, … Continua a leggere

Prodi, difesa postuma

Sembra passato tanto di quel tempo, e invece il governo Prodi cadeva neanche 10 mesi fa. Ricordate? La nascita del PD vissuta da alcuni come il requiem dell’Unione, le dimissioni/tradimento di Mastella, le bordate tirate alla cieca dall’opposizione che lo sentiva ormai prossimo alla fine… La disfatta elettorale del Pd fu interpretata da molti come una severa bocciatura del precedente governo del Professore, ma soprattutto … Continua a leggere

Non gioco più

Alla fine, visti gli sviluppi, non era poi tutto ‘sto male. Tanto che ormai il Pd implora Romano Prodi di tornare, di rimanere presidente del Partito Democratico. Ma lui è irremovibile (e come non capirlo?) e dal suo sito personale risponde all’amico Walter per ribadire le sue dimissioni: “ritengo che le ragioni che mi hanno spinto il giorno di Pasqua … Continua a leggere