Lo spot di nonno Mario

Monti gioca la carta della famiglia nel suo spot per le elezioni. Anche lui si è “italianizzato”

 

(da sceltacivica.it)
monti,scelta civica,elezioni 2013I nonni, si sa, sono – finché reggono – la principale fonte di welfare per l’Italia e anche Mario Monti ha deciso di giocare la carta del nonno nel suo spot elettorale, ritratto sul tappeto di casa che gioca con due dei suoi nipotini, mentre la moglie Elsa ne coccola un altro su una poltrona. C’è qualcosa di più italiano di questa immagine? 

“Saliamo in politica per dare un futuro ai nostri figli e nipoti”, esordisce il parlato di Monti nello spot, disponibile nella home page del sito di Scelta Civica. Si vede il professore salutare un gruppo di giovani per poi, appunto, passare sul tappeto di casa con i nipoti, tutti vestiti uguali e bocconianamente composti nel loro gioco. 

Vai allo speciale elezioni 2013 

Nello spot, però, Monti ripercorre anche un anno di governo con immagini precedenti al suo insediamento (proteste studentesche, rifiuti di Napoli, borse in picchiata) per poi passare al suo giuramento nelle mani di Giorgio Napolitano e alle azioni di governo. Le sue parole sono chiare: “Con vent’anni di promesse tradite, di malaffare, la vecchia politica ha messo in pericolo l’Italia. Mi hanno chiamato per prendere le decisioni che loro non avevano il coraggio di prendere. Assieme a voi abbiamo salvato l’Italia a testa alta; se facciamo tornare la vecchia politica, tutti i sacrifici saranno sprecati”. Infine, Monti promette lotta alla corruzione, dimezzamento dei parlamentari e riduzione “responsabile” delle tasse contenendo la spesa pubblica. 

FOTO Elezioni 2013, i candidati con Monti 

Monti si è “italianizzato”, quindi, o sta cercando di farlo. Con un Berlusconi che annuncia da Lilli Gruber di essere diventato nuovamente nonno e un Bersani che solleva bimbe italiane di seconda generazione, come poteva stare indietro “nonno Mario”? E questa sarebbe la nuova politica, per lui. Alla faccia delle tante famiglie di fatto.

Lo spot di nonno Marioultima modifica: 2013-02-06T15:08:00+01:00da admin
Reposta per primo quest’articolo

19 pensieri su “Lo spot di nonno Mario

  1. ATTENZIONE A NONNO MNTI E COMPAGNI
    per chi non lo sapesse sappiate che NELLA GAZZETTA UFFICIALE del giorno 18 dicembre 2012 i politici che vi accingete ad andare a votare hanno fatto una LEGGE dove dicono esattamente che a partire dal 1 gennaio del 2013 LO STATO non GARANTISCE più gli investitori che acquistano il debito pubblico.
    Vatti a fidare di questa gente che prende valanghe dei nostri sudati soldi alla faccia nostra .
    MEDITATE GENTE MEDITATE

  2. Fino a ieri ci scassava i cosiddetti contro i “populismi” di varia natura, in ispecie con riferimento al populismo del Bananos. Adesso, a distanza di sole ventiquattr’ore, diventa il Re dei Populisti, in pratica il Populista al Cubo, facendoci credere che – lui – alla sera se ne sta stravaccato sulla moquette a fare le costruzioni con gli adorati nipotini. Mavafannipotino!

  3. Con le sue ville da milionario (ne ha almeno due o tre, ultima acquistata sul Lago di Como con ettari di parco) e il suo conto in Svizzera dove nascende i milioni che negli anni gli ha dato la Goldman S., questo signore del Gruppo Bilderberg può giocare al caldo con i nipotini. Magari può raccontare a loro come mai ha DEPENALIZZATO L’EVASIONE PLURIMILIONARIA DI BCA INTESA, QUANDO ERA GUIDATA DA PASSERA & FORNERO, e come HA DATO I SOLDI dell’IMU a Bca MPS (!!!) per sguinzagliare Befera (che guadagna il DOPPIO del PRESIDENTE OBAMA) contro gli italiani che lavorano dalla mattina alla sera per un tozzo di pane.
    MANDIAMOLI TUTTI A CASA !!!!!

  4. Una bella è tenera foto familiare.Ma come spesso è avvenuto in questi tredici mesi,molti nonni italiani non possono più giocare con i loro nipotini in una bella casa perchè stroncati da un eccesso di tasse per cui non possono dare ai loro nipotini il loro amore è qualche regalino.Di questo deve pensare il sig.Monti non farsi pubblicità con foto come queste perchè disgustano molti italiani portati allo stremo finanziario da un banchiere in politica.

  5. Prima delle elezioni è normale a tutti i politici di tutti i partiti fare delle azioni che sembrano uguali alle nostre. Io ci credo a questo nonno e non critico come fanno tanti qualunquisti. Poi, a me piace di più vedere un nonno che gioca con i nipoti, piuttosto di un nonno che, grazie ai suoi soldi, fa il gaudente.

  6. “Lo spot di nonno Mario.!” – Forse non ho visto lo spot cui fa riferimento l’articolo postato.! Niente male.! Nonno e nipotini.! Psicologia Infantile insegna che i Bambini apprendono per “emulazione”, attraverso il gioco, e gli adulti che fanno da maestri devono scendere al loro livello, fisico e psichico, usando anche un linguaggio infantile, coricandosi sul pavimento, per restare al loro livello corporeo.! Monti lo fa benissimo.!!! D’altra, però, Psicologia del Lavoro insegna che è possibile capire il Lavoratore (Operaio, Contadino, Minatore, Fonditore, etc!), con tutte le sue problematice (personali, familiari, sociali, economiche, etc!), se chi lo dirige e lo paga, o chi fa le Leggi a sua tutela (o sfruttamento.!), scende al suo livello, fisico e psichico, esattamente come se fosse un Bambino.! Se Monti riuscirà a fare ciò, allora sì che potrà essere un buon Presidente (anche della Repubblica), ma se continuerà a porre paletti di collaborazione, è meglio che continui a frequentare ambienti salottieri come ha sempre fatto.!!!

  7. Siamo un paese vecchio, troppo vecchio per essere vero.

    L’Italia è un paese vecchio, logoro, stanco, depresso e decadente che si scalda solo per una Imu in meno e per un gol in più! Anacronisticamente diviso in guelfi e ghibellini, bianchi e neri, proprietari di casa e affittuari, operai e imprenditori, dipendenti e professionisti, laziali e romanisti! Siamo un paese vecchio! Le strade sono vecchie, gli ospedali sono vecchi, le scuole sono vecchie, i tribunali sono vecchi! La classe dirigente è vecchia, non tanto fuori, anagraficamente, quanto dentro, mentalmente e professionalmente! E’ il paese sommerso dalle mille scartoffie inutili, tra le quali si muovono con comprovata destrezza e rinnovato consenso popolare faccendieri e imbonitori che sul caos generato dal “vecchiume” speculano traendone le loro personalissime fortune. E’ un paese ingessato dalla burocrazia, un paese che non funziona: una macchina ferma, spenta, senza motore! Inutile e disdicevole metterci ancora benzina! Carte e bolli quando nasci, quando crepi, quando sposi e divorzi, quando compri casa, quando apri “bottega”… per andare al cesso: sempre carte che intasano, affollano e appesantiscono un sistema vecchio che non funziona più e che rischia di crollarci irreparabilmente addosso! Non si fa più una grande opera infrastrutturale dai tempi di Mussolini, non si investe in tecnologia ed energia pulita, in turismo e artigianato, in agricoltura, pesca e pastorizia, le università sfornano “dottorini” che potevano andare bene per il mercato di cinquanta anni fa, ma che oggi vendono pomodori e cavolfiori al mercato rionale! E’ tutto troppo vecchio, fermo, statico, surreale per essere vero, per essere reale! Nessuno ha il coraggio, la voglia, la capacità, la volontà di “cambiare”, neppure una virgola: è tutto fermo! Ed è un vero miracolo che il sistema ancora regga. Ma fino a quando?

  8. Anch’io a 61 anni compiuti sono nonno di un bimbo di 10 mesi ma non posso fare il nonno perchè l’infame che ha fatto cose BRUTALI, a suo dire, ma solo nei confronti dei lavoratori deboli lasciandoci in mezzo alla strada, altro che EQUITA’ e GIUSTIZIA. Dio lo deve fulminare all’istante per la vita che mi sta togliendo per la mia pensione che doveva essermi erogata a febbraio 2013 slittata per la sua legge nel 2018. Domanda: come faccio a fare il nonno senza un centesimo di euro perchè senza NULLA, disoccupato dal 7/2/2011 con 39 anni di contributi e per solo 5 giorni di età anagrafica mi ha rubato la pensione che l’INPS aveva certificato che maturavo il requisito dell’età al 5/1/2012. VIGLIACCO, BANDITO di nonno LADRONE, VERME SCHIFOSO.

  9. FORZA BEPPE ! FORZA BEPPE !! FORZA BEPPE !!! CACCIAMOLI VIA QUESTI BANDITI CIARLATANI, PIFFERAI, FALSI CRISTIANI MA VIGLIACCHI SINO ALL’INVEROSIMILE. ANCORA 15 giorni e poi fuori una buona volta per tutte e mai più a rivederli, rimangono solo i danni al popolo ceto medio e lavoratori.

  10. freeskipper, come la metti che Grillo chiude la caccia, manda con le pezze nel culo 100.000 lavoratori e 8,5 miliardi di euro di fatturato?

    E’ questa la vostra strategia per salvaguardare i posti di lavoro e rilanciare il mercato e soprattutto il turismo che a quanto si legge non è partito bene nel 2013 ?

    Al Governo non abbiamo certo bisogno di gente che PENSA, bensi’ di gente che RAGIONA !!!

Lascia un commento