Pdl e Lega, alleanza senza accordo. E spunta Tremonti

(Berlusconi da premier. Fonte: la7.tv)
DISCORSO-BERLUSCONI-7.jpgSilvio Berlusconi dice che l’accordo Lega-Pdl è fatto. 

Matteo Salvini dice che non conviene.

Bobo Maroni dice che la Lombardia sarà sicuramente sua grazie a questo accordo.

La base leghista è furente e non vuole più (da mo’) Berlusconi.

Berlusconi lancia Angelino Alfano candidato premier (probabilmente a sua insaputa) e si dice pronto anche a fare il ministro dell’Economia.

Maroni lancia Giulio Tremonti candidato premier.

“Il candidato premier di Maroni è Tremonti, quello di Berlusconi è Alfano: quindi siamo di nuovo che Berlusconi non si candida. Per ora” (Francesco Costa su Twitter). 

Pdl e Lega, alleanza senza accordo. E spunta Tremontiultima modifica: 2013-01-07T16:35:00+01:00da admin
Reposta per primo quest’articolo

5 pensieri su “Pdl e Lega, alleanza senza accordo. E spunta Tremonti

  1. Intanto l’accordo a tavolino è fatto.!!! Che poi come candidato premier debba essere Alfano o Tremonti e subito anche fatto.: Sarà Tremonti, perché solo lui conose le secrete cose dell’economia per cui potrebbe coprire entrambi gli incarichi (premier e ministro dell’economia) in attesa di trovarne uno migliore.! E Berlusconi.? Sarà candidato al Quirinale, per cui, con una maggioranza di 51% (PdL e Lega e qualche fuoruscito comprato a caro prezzo), avremo Berlusconi al Presidente della Republlica, suo malgrado e Tremonti a Presidente del Consiglio, che ci spera tanto, con tante bocche aperte delle rispettive basi.! Non vendere la pelle dell’orso prima di non averlo ucciso.!!!

  2. Alfano è il candidato ideale tra 5 anni, aumenta la sua esperienza se riesce a salvarsi, in tutto questo tempo, dal fuoco amico.
    Tremonti va bene a PDL e Lega e a me, se riesce a smettere di comportarsi da “primo della classe”e fa un po di lavoro in TRINCEA.
    Ovviamente tutto è meglio di CASINI. FINI, L.C.di M., MONTI, e tutti i loro lecchini dell’ultima e penultima ora.
    Come Cattolico non sopporto gli alleati (ex DC) del PD e SEL, come si fa a transigere su matrimoni Gay, non sono omofobo, scarsa tutela degli Italiani ne confronti dei Clandestini che delinquono, ecc.

  3. Finanza al Pirellone per verificare le spese del centrosinistra.
    Su ordine della procura di Milano che sta indagando sull’utilizzo dei fondi ai gruppi regionali La Guardia di Finanza sta acquisendo nella sede della Regione su ordine della procura di Milano le carte delle spese dei partiti di opposizione nell’ambito dell’inchiesta sui rimborsi ai gruppi politici.

    Sessantadue consiglieri di PDL e Lega sono già indagati. In questi giorni vengono interrogati dai PM. Stamattina davanti al pm Paolo Filippini c’è l’ex assessore PDL Raffele Cattaneo destinatario di un invito a comparire per peculato.

    Tanto poi finisce come nel Lazio, in Sicilia e dovunque: cane non mangia cane… tutto passa nel dimenticatoio e noi paghiamo!!!

    Spero veramente che alle prossime elezioni nessuno voti PD, PDL, Lega, IDV, SEL e accoliti, sarebbe masochismo truculento e suicida.

    Proviamo con Monti che mi è piaciuto quando intervistato da Lilli Gruber ha detto due cose fondamentali:

    1. Quando lei lo stuzzicava sulle inezie e sui pettegolezzi, lui ha risposto di passare alle cose serie e importanti.

    2. Quando lei gli ha rimproverato di non avere passione politica, lui ha detto che la passione non conta e che oggi le ideologie politiche sono assurde, quello che conta è la Ragione.

    Questo a me basta per votarlo.

  4. Una cosa bisogna dirla e accettarla perchè è un dato di fatto:

    1. Il Governo Monti ha proposto la riduzione dei parlamentari e il livellamento dei loro stipendi su base europea

    2. Il Govenro Monti ha proposto l’eliminazione delle province

    3. Il Govenro Monti ha proposto l’accorpamento dei piccoli Comuni

    4. Il Govenro Monti ha proposto la drastica riduzione delle auto blu, con rispettivi costi di autisti, assicurazioni e manutenzioni ordinarie e straordinarie, lavaggi settimanali, treni di gomme e altro

    5. Il Govenro Monti ha proposto l’eliminazione di diversi privilegi della Casta politica

    6. Il Govenro Monti ha proposto la chiusura degli enti pubblici inutili e di quelli con meno di 70 dipendenti

    7. Il Govenro Monti ha proposto l’annullamento all’acquisto dei nuovi 16 aerei militari

    8. Il Govenro Monti ha proposto diversi altri risparmi per decine di miliardi con la Spending Review

    Tutte queste proposte sono state bocciate sia dal PDL che dal PD, che dalla Lega, che da SEL che da IDV, da quelli insomma che ora urlano e sbraitano che il Governo Monti ha messo solo nuove tasse.

    E ci credo, non gli hanno mai permesso di eliminare gli sprechi, gli sperperi e i privilegi.

    In compenso tutti hanno votato il varo degli aumenti delle tasse!

    Intanto Province, Regioni, Comuni, Sanità e lNPS sono delle idrovore mangia e ruba soldi senza fondo.

    Nessuno di loro poi dice, ovviamente, che per non fare la fine della Grecia (causata dal loro malgoverno) Monti sia stato obbligato a far cassa immediatamente e in fretta per non far fallire l’Italia. Ora l’Italia ha evitato il fallimernto e se ci fosse un Governo, forte della maggioranza, potrebbe veramente eliminare gli sprechi e rivedere al ribasso sia le tasse che l’IVA.

    Destra e sinistra vogliono lasciare le cose cosi’ come stanno e lo hanno ampiamente dimostrato.

    In 17 anni di pessimi governi (8.5 del PDL e 8.5 del PD) nessuno ha ridotto di un solo euro la spesa pubblica pazza e le varie ruberie. Tutti hanno aumentato le tasse.

    Se li ri-ri-rivotiamo già sappiamo cosa ci aspetta, il ritorno a tutto cio’ che loro hanno bocciato al Governo Monti, e allora proviamolo questo Monti senza codazzi di opportunisti.

    Leggetevi una buona volta i libri di Stella e Rizzo e quello di Giordano sui miliardi (55 circa) che ogni anno vengono bellamente e bastardamente buttati dalla finestra e nel WC da questi maledetti Politici che osano anche farsi chiamare “onorevoli”. Leggeteli prima di parlare e di dire cazzate.

  5. Non accordi su programmi per uscire dalla crisi, ma programmi su spartizione di potere e poltrone. Dovrebbero solo vergognarsi sia PdL che PD.Hanno dimostrato la loro incapacità quando hanno dovuto chiamare degli esterni per risolvere i problemi.é come se in una fabbrica si dovesse prendere dei lavoratori esterni perchè quelli che ci sono pagati per lavorare non fosseroin grado di farlo.A questo punto sarebbero sicuramente licenziati e noi popolo

Lascia un commento