Pdl da rottamare? Arrivano le amazzoni di Berlusconi

Dopo il “la” di Daniela Santanché, il gruppo di deputate (FOTO) che vuole una lista pro-Silvio senza Alfano ed ex An tra i piedi. Micaela Biancofiore la più agguerrita. Bernini: “Le amazzoni della mitologia sono finite male” 

 

Micaela Biancofiore (La Presse)
amazzoni,berlusconi,santanchè,pdl,biancofioreLa rottamazione hic et nunc del Pdl auspicata da Daniela Santanché non poteva certo passare inosservata. E in questi giorni altri esponenti del partito, soprattutto donne,  si stanno mobilitando. Sono, per ora, dette le “amazzoni” del Pdl e la più agguerrita è, manco a dirlo, Micaela Biancofiore. Ma non è l’unica. 

Le amazzoni guardano a un partito depurato dagli scandali di Lazio e Lombardia e dalla nomenklatura, partendo da Alfano (primo bersaglio) per arrivare agli ex An che detestano, contraccambiate: tant’è che Ignazio La Russa le ha liquidate come “una cretinata”. Biancofiore al Corsera è convinta che “Berlusconi finirà con il presentarsi con una sua lista. E credo che possa stare ancora tra il 18 e il 20%. Noi stiamo lavorando proprio a questo progetto: e non siamo sole“.

In effetti, ci sono esponenti come Giancarlo Galan, che da anni auspica un ritorno dello spirito di Forza Italia del 1994, che le appoggia. E poi altre deputate, da Nunzia De Girolamo a Laura Ravetto a Mariarosaria Rossi a Isabella Bertolini. Inoltre, precisa Biancofiore, nel progetto ci sono anche “tipi come Laura Marchese, capo ufficio stampa Fiction di Mediaset, l’esperta in comunicazione che dovrebbe fare quello che Giorgio Gori fa a Matteo Renzi”. Insomma, per l’onorevole bolzanina “non è una sciocca iniziativa di quattro donnette nostalgiche di Forza Italia”. 

FOTO: le amazzoni del Pdl

L’idea della lista a parte attira Berlusconi, che Amedeo La Mattina oggi definisce “il vero rottamatore del Pdl”, tant’è che Renato Schifani, per la prima volta da quando è presidente del Senato,  ha abbandonato la veste istituzionale per scendere senza indugi in campo con Alfano. Cosa farà il Cavaliere? Per lui, la lista “amazzone” sarebbe un modo di rientrare dalla finestra, lasciando la prima linea a, appunto, un esercito agguerrito, anche se c’è chi come Anna Maria Bernini è favorevole, ma non approva il nome (“pensiamo alle amazzoni di Gheddafi”) né lo spirito “separatista”. Ma se il Pdl di Alfano è ormai a un misero 14% dei sondaggi, doppiato dal Pd e ampiamente scavalcato dal Cinquestelle, e se – come ha detto Santanché – nel partito è Berlusconi che ha sempre portato i voti, perché non tentare? 

Sarebbe forse l’ultima prova di forza del berlusconismo, al femminile (o quasi). Le amazzoni, però, ricorda ancora Anna Maria Bernini, “nella mitologia hanno fatto una brutta fine”. 

Pdl da rottamare? Arrivano le amazzoni di Berlusconiultima modifica: 2012-10-23T14:07:00+02:00da admin
Reposta per primo quest’articolo

34 pensieri su “Pdl da rottamare? Arrivano le amazzoni di Berlusconi

  1. Le amazzoni di Berlusconi.? Una berlusconanta in piena regola.! Tentar non nuoce, specialmente… “Or che tutto è perduto, pure l’onore.!”… non gli resta che tentare il quinto asso nascosto nella manica.! L’aveva annunciato qualche anno fa che ci avrebbe stupìto con l’ultima sua genialità ed ha mantenuto la parola.! Le donne le hanno portato fortuna e prestigio e saranno ancora le donne a salvarlo dal declino.! La via del tramonto è dura per tutti, ma per chi ha denaro a sufficienza, per comprare anche la Morte, e solo una questione di strategia per trovare la strada per poter risalire la china.! Ci ha pensato la Santanché che non lesina consigli e non si può dire che li abbia sbagliato tutti.! Un partito tutto donne (meno uno.: Berlusconi.!) sarebbe una novità assoluta a livello planetario, ma non è detto che non possa essere migliore dei soliti partiti maschilisti che hanno rovinato l’Italia.!

  2. Si, una cosa è vera, gli ex AN sono tra i principali fautori della disfatta, con Fini in testa. Comunque anche la Lega ha fatto la sua bella parte nella debacle, con quel suo essere polemicamente e falsamente contro dall’interno, come se cio’ apportasse consensi.

    Poi Scajola, tutte le tangenti per il terremoto, il summit del G20 e via dicendo. Non si salva nessuno.

    E fra le amazzoni ci mettiamo anche la Brambilla che per incentivare il turismo in Italia voleva fare un casino’ a Bologna e uno a Firenze e poi riempire l’Italia, già piena, di campi da golf e dulcis in fundo abolire la caccia, quando in tutto il mondo la caccia è una fortissima fonte di reddito? Poi ci mettiamo chiaramente la Santanchè? Poi maga Mago’ e le sorelle Karamazof… e … e … e … e …

    Ma…un momento…deve esprimersi l’esimio tuttologo, il detentore del Verbo, l’unto di Marx, l’illustre esponente di Lotta Continua. Aspettiamo a ridere, aspettiamo di sentire quello che ha da dire.

    hahahahaha vai avanti tu che a me scappa da ridere hahahahahaha

  3. Antonio Di Pietro acchiappa 1milione di rimborso per i due quesiti referendari:

    TU FIRMI E IO INCASSO: DI PIETRO FA IL MATTO CONTRO IL FINANZIAMENTO PUBBLICO AI PARTITI MA L’IDV ACCHIAPPA UN MILIONE DI RIMBORSO PER I DUE QUESITI REFERENDARI – INCREDIBILE MA VERO: PER OGNI FIRMA RACCOLTA (PURCHE’ SI RAGGIUNGA IL QUORUM) LO STATO RIMBORSA UN EURO AI COMITATI PROMOTORI – COSI’ IL MILIONE DI FIRME PER I REFERENDUM SUL LEGITTIMO IMPEDIMENTO (cavalcando il suo odio per Berlusconi e sfruttando il suo nome) E SUL NUCLEARE (cavalcando i morti di Fukushima e sfruttando il dolore di tutto ,il mondo) FRUTTA UN BEL MILIONCINO…

    E QUESTA E’ LA PERSONA CHE BERSANI E RICCHIOVENDOLA STANNO CERCANDO DI FAR ENTRARE NELLA COALIZIONE…!

    MA VE LO IMMAGINATE RICCHIOVENDOLA A TU PER TU CON PUTIN, OBAMA E LA MERKEL ? RIMPIANGEREBBERO BERLUSCONI.
    E DI PIETRO CHE GLI INTERPRETI NON RIUSCIREBBERO NEMMENO A TRADURRE? CHE CI AZZECCA…?!?

  4. Bello! Mi aspetto, alla prima occasione , di veder arrivare SILVIO vestito in pompa magna, con appuntata sul petto la foto del MILAN scattata in occasione dell’ultima coppa internazionale conquistata, circondato dalle Amazzoni in braghette corte e maglia rossonera!….. Forse sarebbe bene ringiovanire ed abbellire qualche amazzone! Si sa che anche l’occhio vuole la sua parte!

  5. Parascandolo, rifletti su questo, invece di dire stronzate ideologiche. Prova una volta a pensare e ragionare da persona adulta e non da bamboccione viziato. Prova a ripensare al buco nella vasca che non l’hai ancora capito e ci scassi i maroni con Marx e Berlusconi: (da internet)

    Banca d’Italia: via il potere, rimane lo sperpero. Dai 7 milioni per i giardini ai 15 per i citofoni.

    A breve anche i poteri di vigilanza passeranno alla Bce. Ma a fronte di un progressivo alleggerimento delle sue funzioni, i costi per il mantenimento della faraonica struttura della Banca d’Italia rimangono stratosferici.

    Il consiglio europeo di Bruxelles in occasione del suo ultimo incontro ha formalizzato l’accordo per stabilire il nuovo sistema di sorveglianza bancaria unica dell’Eurozona, che dovrebbe prendere il via nel 2013.

    Gradualmente (più lentamente del previsto) le banche centrali dei singoli Stati saranno svuotate dei loro poteri di vigilanza dalla Bce, presso cui si costituirà la nuova autorità unica di sorveglianza.

    Uno dei compiti più strategici della Banca d’Italia verrà dunque meno, ma alla vigilia del suo ulteriore ridimensionamento (l’avvento dell’Euro e il trasferimento del controllo di concorrenza sulle banche all’Antitrust avevano già alleggerito i compiti di via Nazionale), la faraonica struttura è stata appena sfiorata dalla forbice della spending review e il tentativo di contenere i costi stratosferici dell’istituto è apparso piuttiosto timido.

    I tagli prevedono: divieto di effettuare spese superiori al 50% rispetto al 2011 (sono quindi ammessi costi in aumento del 50%. Una mostruosità. Ma Momti dov’è?) sul noleggio auto e buoni taxi; riduzione del valore dei buoni pasto; ferie e permessi non saranno più pagati ma andranno fruiti; consulenze non più affidate a dipendenti in pensione.

    Le pulci al bilancio di Palazzo Koch, le ha fatte recentemente Il Fatto Quotidiano, chiedendosi come mai quel “tesoretto” sia passato indenne dalle sforbiciate del Governo. Ecco una sintesi delle voci più eclatanti:

    GIARDINI. 7 milioni euro per la manutenzione e l’acquisto di piante per le sedi di rappresentanza e nel parco sportivo del Tuscolano a Frascati, quartier generale dell’istituto con campi da tennis, calcio e piscina. La cifra è documentata nel bando apparso sulla Gazzetta Ufficiale, dove si illustra il piano per il “servizio di manutenzione delle aree verdi”.

    VIDEOCITOFONI. Sono stati recentemente investiti 15 milioni di euro per l’acquisto di campanelli e videocitofoni nuovi di zecca.

    STIPENDI D’ORO. In forza agli uffici di Bakitalia vi sono 7.300 dipendenti, il cui costo medio annuo pro capite si aggira intorno ai 100mila euro.
    . Il governatore Ignazio Visco guadagna 757.714 euro (il doppio dell’omologo tedesco capo della Bundesbank, il doppio del presidente della Bce e cinque volte lo stipendio del numero uno della Fed).
    . Il direttore generale Fabrizio Saccomanni guadagna 593mila, mentre gli emolumenti dei quattro vice-direttori ammontano a 441mila euro.

    CONSULENZE. I consulenti esterni a libro paga di Bankitalia risultano essere 112 e totalizzano incarichi per 2 milioni e mezzo di euro.

    BANKITALIA REAL ESTATE. 30 milioni di euro per la manutenzione dell’immenso patrimonio immobiliare, il cui valore è stimato in 4,2 miliardi di euro.

    FORMAZIONE. Bankitalia ha speso 620mila euro per un programma di corsi di lingua inglese. L’iniziativa stupisce “soprattutto perché i bandi di assunzione dell’ente richiedono espressamente una conoscenza avanzata dell’inglese”.

    Chi paga? Le banche detengono oltre il 90% del capitale azionario di Bankitalia ma dal momento che la Banca d’Italia è un istituto di diritto pubblico ed esercita su mandato la funzione di Tesoreria dello Stato… paga Pantalone.

    Le banche ringraziano perchè a pagare i loro debiti ci pensiamo noi italiani e intanto che se la ridono alle nostre spalle, aspettano i rimborsi miliardari europei per appianare i loro debiti.

  6. Le amazzoni di Berlusconi ? Interessante idea: vista la considerazione che Silvio ha delle donne, che lui valuta in funzione delle loro misure e per lui solo funzionali alle sue “cene eleganti”, mi chiedo quale sia la dignità e l’autostima delle sue candidate. Forse anche queste si misurano con gli stessi criteri usati da Silvio. Ma capiamole: per fare un confronto a pari livello, quanto dovrebbero “lavorare” (in senso esteso) per avere quanto ricevono in un mese di Parlamento.

  7. Bravo sei migliorato!!!
    Ti rispondono i colleghi del blog!!!
    Sei diventato anti???
    Il debito pubblico giunto a tale SPERPERO
    chi l’ha fatto lievitare se non LA CASTA???
    Il Lazio, la Lombardia, la Sicilia, Don Verzè, Tremonti,Il ponte sullo stretto, Il supercommissario Bertolaso…Penati, Bassolino…La Padania(con Roma Ladrona)…
    Allora???
    Le soluzioni???
    Le dico da anni!!!
    Il potere e la GOVERNANCE o ai Bravi Manager tedeschi o ai nostri giovani(gli schizzinosi come dice la Fornero)!!!
    Da quanti anni sto dicendo queste cose???
    LA vera sinistra,dura e pura, si concilia
    perfettamente con l’Europa degli Hollande,
    o degli stessi Cameron o Merkel che, pur consrvatori, hanno un grado di ETICA E MORALITA’ che, qui in Italia, RAPPRESENTANO
    l’Utopia per una sana amministrazione
    della COSA PUBBLICA!!!
    Non è vero forse???

  8. Parascasndolo, alla fine abbiamo anche delle idee comuni, poche, e delle possibili soluzioni che si somigliano. Quello che stride è l’assunzione della responsabilità che tu ti ostini a rovesciare ciecamente su un uomo solo e sui suoi sottoposti. Non è cosi’, fattene una ragione. Il berlusconismo ha le proprie responsabilità che nessuno nega, ma anche gli altri hanno contribuito per il loro 5%. Devi fartene una ragione, non puoi essere sempre coosi’ estremista. Nel ’94, con tangentopoli si era creata una speranza. Va bene che eri uno di Lotta Continua, ma poi bisogna voltare pagina altrimenti aveva ragione Mussolini quando diceva che il brutto delle rivoluzioni è che poi rimangono i rivoluzionari. Sai cosa intendeva? Che poi bisogna voltare pagina e non si puo’ gevernare con rabbia e con astio verso una parte della società. Intendeva che bisogna costruire e non distruggere, che bisogna saper fare gli interessi di tutte le parti sociali e non solo di quelle piu’ deboli, perchè dipendono da quelle piu’ forti e sarebbe come togliere le stampelle a uno zoppo.

    Ora mi godo la quiete della mia casa. Buona serata.

  9. Anche il 70%, la responsabilita’ degli altri,in quanto o troppo accomodanti verso la maggioranza senza essere capaci, in buona sostanza, di assolvere al fondamentale compito di controllare il governo come si fa, in genere, nelle democrazie occidentali,quindi snaturando il gioco maggioranza/opposizione che sono l’aborto della politica, e complici in quanto, sempre per restare in occidente, mediatori verso il nulla o compiacenti, da incapaci!!!Si pensi a Violante: una volta al governo non toccheremo le televisioni di Berlusconi e cio’ fa’ scaturire due ipotesi:o siete cretini, riferito alla “sinistra”, in quanto non siete capaci nemmeno di far applicare, nonostante l’aborto sulla legge del conflitto di interessi, non siete stati capaci nemmeno di applicare i vecchi istituti, almeno in senso politico, di INELEGGIBILITA’ e INCOMPATIBILITA’ come appunto lo stesso giornale The Economist, parlava di non essere adatto a governare,oppure, COMPLICI del Padrone d’Italia che,nel mio linguaggio significa anche VENDUTI o ampiamente riciclati, ma non sotto le bandiere di cio’ che rimane della”socialdemocrazia europea”, che gia’ sarebbe, realisticamente comprensibile, ma VENDUTI al liberismo piu’ bieco, che poi, significa, MONOPLIO soprattutto dell’informazione…appunto IL GRANDE INCIUCIO che non è mediazione, ma svendita totale al PADRONE D’Italia!!!Questa è la FOTOGRAFIA e lo dimostra questo GOVERNO che, tocca i ceti popolari,IMMISERENDOLI, senza rilanciare lo SVILUPPO come pure vantava!!!La Bocconi, oggi, è un’universita’ di serie C, è inutile campare sui ricordi del glorioso passato di facolta’ che avevano il pregio di una pur rispettabile cultura AZIENDALISTA e con tutto quanto ne conseguiva da un punto di vista Teorico/scientifico!!!Monti queste cose le sa’ molto bene, non è un cretino, ma la cultura BIGOTTA dominante,condiziona tutti i CETI POPOLARI che si fanno MANIPOLARE alla Grande su Slogan apparentemente CRISTIANI, ma frutto di GERARCHIE VATICANE che stanno li sempre a dire la loro, IMPONENDO FASCISTAMENTE il loro: SIAMO NATI PER SOFFRIRE!!!Quante belle ZAPPE per vecchi e nuovi PORPORATI, salvando la pace dei pochi preti DEGNI di tal nome, CRISTIANI in senso PIENO e CARITATEVOLI verso gli ULTIMI!!!

  10. Come si vede che non hai ancora capito che in Italia, chi la fà da padrone è lo Stato e il suo sistema, i vari Governi, sono solo degli agnelli sacrificali, per mantenere un sistema di stampo criminale, per non dire, MAFIOSO. Ne è dimostrazione il fatto che, pur cambiando 60 Governi in soli 65 anni, i Presidenti della Repubblica, sono stati appena 11, e tutti di sinistra, o meglio ex comunisti o ex partigiani, comunque, praticamente tutti con lauree in giurisprudenza o simili, ed ecco che salta fuori la Corte dei Conti, anch’essa parte integrante dello Stato, anzi, direi che la Corte dei Conti e lo Stato, sono la medesima cosa, una specie di consiglio dei vecchi, che decidono su tutti e tutto, niente succede, senza il loro benestare. E’ grazie a loro, anche se istituzionalmente si fà sembrare che non sia così, che l’apparato Giudiziario è un entita a sè stante, lo stato ne paga i costi, ma non risponde alle normali leggi vigenti, si è inalzato all’impunibilità totale e i danni causati dall’apparato, vengono sempre rimandati allo Stato stesso. Una forma di Massoneria, questo è il nome giusto, Massoneria!

  11. Tutto il tuo discorso e il tuo acuto pensiero si possono concettualmente riassumere nella tua frase su Violante che “se fossero andati loro al governo non avrebbero toccato le televisioni di Berlusconi”. E te credo, mica sono idioti come te che per i tuoi personali incubi notturni e diarree ideologiche putrescenti, pur di fare lo sgambetto a Berlusconi avresti fatto chiudere tutte le sue reti TV mandando a casa senza lavoro e stipendio diverse migliaia di famiglie direttamente assunte nelle sue aziende e altre migliaia dell’indotto. Ma chi se ne frega, vero?

    Ma che bel ragionamento da minorato mentale. Vai in villeggiatura a Varazze, li’ c’è il Cottolengo, fatti una bella vacanza di una ventina d’anni, vista mare.

    Vedi quando dico che le persone come te sono socialmente pericolose? Lo capisci o te lo si deve spiegare? In quale lingua, quella dei maiali domestici o dei cinghiali selvaggi?

    Perchè non sierte capaci di ragionamenti oggettivi, ma solo soggettivi e in base al vostro personale odio per una persona e peggio ancora per un’intera classe sociale. E poi sono quelli i destra ad essere classisti. Poi ce lo spieghi questo tuo concetto nato da una pestilenziale e mefistofelica scorreggia. Poi ce lo spieghi.

  12. Parascandolo, intanto non confondermi piu’ con dei miei pari nome, impara a vedere le differenze!
    Poi fatti furbo. Non ti rendi neanche conto che appena apri bocca Matteo ti smerda clamorosamente davanti a tutti, con ragionamenti logici ed esempi circostanziati, ai quali tu rispondi solo insultandolo, dato che è l’unica cosa che sai fare e la fai pure male. Anche Matteo ti insulta, ma con stile. Come credi che ti consideriamo noi del blog? Un povero stupidotto che vista la segretezza di internet si crede grande, ma dimostra di essere piccolino piccolino non appena apre bocca.
    Ha ragione matteo: tu non pensi, scorreggi.

  13. Oggi è una giornata noiosa. Per fortuna c’è Parascandolo che almeno ci fa ridere. hihihihihihi

    Grande matteo, come sempre. So dov’è il Cottolengo di Varazze, vista meravigliosa. Ma è ancora aperto? Ti aiuto io ad accompagnarci Parascandolo, cosi’ la facciamo finita una buona volta.

  14. Tutto il tuo discorso e il tuo acuto pensiero si possono concettualmente riassumere nella tua frase su Violante che “se fossero andati loro al governo non avrebbero toccato le televisioni di Berlusconi”. E te credo, mica sono idioti come te che per i tuoi personali incubi notturni e diarree ideologiche putrescenti, pur di fare lo sgambetto a Berlusconi avresti fatto chiudere tutte le sue reti TV mandando a casa senza lavoro e stipendio diverse migliaia di famiglie direttamente assunte nelle sue aziende e altre migliaia dell’indotto. Ma chi se ne frega, vero?(Matteo)

    La struttura televisiva in Italia
    Un mercato tv terrestre fortemente concentrato, poco dinamico e con un basso grado di innovazione: è il presupposto, confortato dai dati 2001, per le
    considerazioni dell’Antitrust nell’apertura dell’indagine conoscitiva (il 29 maggio, con chiusura in tempi previsti non particolarmente lunghi).

    Secondo la fonte Banca dati Adex, Nielsen, 2002, i dati 2001 della struttura del mercato televisivo in Italia, sono i seguenti:
    gruppo quota di audience quota nel mercato della raccolta pubblicitaria
    Rai 47,1% 31,3%
    Mediaset 43,1% 65,5%
    La7 2 % 1,9%
    Altre 7,8% 1,3%
    Totale 100% 100%

    Come tasso di concentrazione nel settore della televisione in
    chiaro in Europa, l’Italia è al primo posto.
    Paese tasso di concentrazione ’92 tasso di concentrazione 2001
    Grecia 64% 43%
    Spagna 66% 54%
    Irlanda 70% 56%
    Austria 81% 56%
    Gran Bretagna 85% 65%
    Olanda 76% 66%
    Germania 51% 66%
    Francia 79% 74%
    Portogallo 93% 77%
    Danimarca 75% 79%
    Svezia 79% 81%
    Finlandia 93% 82%
    Norvegia non disponibile 82%
    ITALIA 89% 90%
    Chissa’ se conosci questi dati e se li conosce VIOLANTE il prossimo ROTTAMATO!!!

  15. E bravo, vedo che hai fatto i compiti, ma anche che hai letto il sussidiario senza nemmeno capirlo e interpretarlo. Ti insegno io a saper leggere e capire:

    La differenza delle percentuali non mi dice altro che la RAI fà la voce grossa con i nostri soldi oltre a quelli della pubblicità e poi chiude regolarmente in rosso tutti gli anni. Non fà nessuna proposta di impostazione di campagne pubblicitarie, non offre nessun servizio di questo genere e si limita a mettere in onda quello che le passano le imprese. Punto primo !

    Mediaset non prende un centesimo di canone e come raccolta pubblicitaria è nettamente superiore a parità di Audience e cio’ significa soltanto maggiore capacità di vendita di spazi pubblicitari, con proposte piu’ appetibili e agenzie di comunicazione e strategia del consenso messe a loro disposizione, che interessano agli imprenditori e li sollevano da un impegno pesante in termini di costi e di tempo. Vendita chiavi in mano del pacchetto pubblicitario, dalla sua impostazione alla sua pianificazione, programmazione e messa in onda. E cosi’ si è fatto i miliardi, contrariamente alla RAI che perde decine di milioni di euro tutti gli anni. Punto secondo !

    Strategia vincente di Berlusconi:
    Ai suoi inizi Berlusconi contattava le aziende proponendo un contratto decisasmente all’avanguardia per quei tempi e che lo sarebbe ancora oggi, ma che naturalmente la RAI nemmeno si sognava e si sogna. Il contratto semplice come bere un bicchiere d’acqua era il seguente: caro imprenditore, fai pubblicità su Canale 5. Non mi dare niente prima. Se con la mia pubblicità hai aumentato il fatturato, allora mi darai una percentuale di mediazione. Se non l’avrai aumentato, non mi dovrai niente. Investiamo in due, ma il rischio è solo mio.
    Si tratto’ quindi di strategie commerciali vincenti. Erano gli anni ’70 e Berlusconi non era in politica, ma un imprenditore emergente nella TV ed ha avuto successo grazie a politiche commerciali vincenti che lo hanno poi portato ad investire su altre due reti, cosa permessa dalla legge.

    Le altre emittenti se non arrivano a prendere quote di mercato significa soltanto che non hanno Audience tali da interessare gli imprenditori ad investire nei loro programmi.

    Anche allora c’era chi rideva sostenendo che Berlusconi non ce l’avrebbe mai fatta con una RAI strapotente e monopolistica come lo era allora, ma lui ha smentito tutti i pronostici negativi. E addirittura Berlusconi non è stato il primo ad aprire una TV commerciale, ma ha sbaragliato la concorrenza grazie a strategie vincenti. E questo si chiama cervello, senza il quale non puoi fare altro che polemizzare e incazzarti.

    Che ora a te stia su una costola è solo un problema tuo e con il tuo ultimo ragionamento ed esempi delle balle non fai altro che sostenere quanto ti ho già detto e cioè che per il tuo odio personale verso di lui e verso tutti i “padroni”, lasceresti bellamente a casa migliaia di famiglie senza lavoro e chi se ne frega.

    MA CHI SE NE FREGA DI TE, RIMBAMBITO!!!

  16. Parascandolo, ma come te lo dobbiamo far capire di smetterla di postare fregnacce copia e incolla che poi nemmeno sai interpretare?
    Leggi bene la risposta di Matteo, circostanziata, ragionata, esaustiva, esplicativa e con parole semplici e comprensibili, concetti chiari, managerialmente corretta e chiara. Il tuo post è come al solito un polemico riportino di dati snocciolati senza nessun costrutto e che addirittura ti si rivolta contro. Quei dati che hai riportato rispecchiano la causa per cui la RAI ha perso il confronto con Canale 5 prima e con Mediaset poi. Ma tu non vedi niente se non il tuo odio per chi ce l’ha fatta. Come tutti i perdenti e i falliti come te.
    E’ strachiaro poi che dai profitti di gestione Berlusconi abbia diversificato gli investimenti e si possa ora permettere tutto quello che ha.

    Avevo un cugino che lavorava in Mondadori e mi diceva che da quando venne rilevata da Berlusconi, la casa editrice aveva subito un’accelerazione pazzesca data dal rinnovato dinamismo, dalle idee vincenti, dal rinnovamento della mentalità, dai nuovi prodotti e dalle nuove strategie gestionali e commerciali e non ultimo, dagli incentivi al lavoratori sul raggiungimento degli obbiettivi aziendali. Cose che tu non puoi nemmeno capire.

    Matteo ha ancora una volta ragione, questa sera mangiati un paio di pagine del Manifesto o del Capitale, quelle si che ti sfamano.

    Ammiro Matteo e rido di te che non sai fare altro che spargere odio nel blog.
    Io ero come te, un semplice impiegato, ma poi mi sono dato una scossa per migliorare la mia vita e nel mio piccolo ho ottenuto quello che non avrei mai potuto rimanendo un semplice dipendente a eseguire gli ordini di un altro. Non sono nesuno, ma sono felice a appagato sia moralmente che economicamente e posso dare a mia moglie e ai miei figli una vita migliore. Tu invece non hai fatto niente di tuo e ora critichi da fesso.

  17. Saluti a tutti. Io dico che le trovate berlusconiane delle amazzoni siano una semplice boutade, anche romanticamente dicertente. Sarà contento il ministro per le pari opportunità. Ma sono burleschi anche quei paletti che Bersani sta mettendo a Renzi per far si che non possa candidarsi alle primarie dato che ne ha il terrore. E’ burlesco anche Vendola che si presenta al pubblico come un burattino da teatrino e non trasmette e non propone niente se non qualche pizzicata all’uno o all’altro. Fini con la riprova che la casa di Montecarlo è effettivamente stata acquistata da suo cognato, e completamente sbugiardato. Casini non sa nemmeno piu’ lui da quale parte stare. Di Pietro si fa i milioni personali con le firme dei referendum e i lasciti della signora Borletti. Rutelli non se lo fila nessuno, D’Alema tace e acconsente, Veltroni ha capito tutto e se l’è defilata quatto quatto, Maroni non conta nemmeno piu’ nel suo condominio, Bossi è meglio che emigri in Sud America.
    Insomma…eh?

  18. Posso anche convenire sulle RAZIONALI strategie di impresa di Berlusconi!!!
    Quello che CRITICO rabbiosamente è che
    l’imprenditore Berlusconi, ha iniziato, sempre con operazioni FRAUDOLENTE ad ACCUMULARE soldi e basta leggersi il libro
    di Travaglio “L’ODORE DEI SOLDI” per capire IL DELINQUENTE ABITUALE!!!
    Previti e Berlusconi ne hanno combinate tante fin dal primo giorno per capire come è iniziata la “fortuna”!!
    Anche i capitali Mafiosi, poi, per essere puliti, vengono RICICLATI in attivita’ “lecite”.
    Se poi si va NEL PROFONDO delle motivazioni della sentenza ultima, si capisce, quale è la facciata del SORRIDENTE
    imbroglione, e a cui tutta l’Italia SUPERFICIALE ha dato fiducia proprio come dava FIDUCIA A VANNA MARCHI, in piccolo!!!
    Analizzare poi il Berlusconi imprenditore edile,non possiamo dimenticare il RAPPORTO SIMBIOTICO che ha sempre vissuto con l’altro delinquente Craxi che,oltre alla legge Mammi’, poi, lo favoriva con leggi a suo favore per quanto riguarda ACCOMODAMENTI sui piani regolatori facendo lievitare i prezzi dei terreni comprati per quattro soldi e, OPPORTUNAMENTE riconveretirti in TERRENI EDIFICABILI CHE CREAVANO, anche nello stesso mondo IMMOBILIARE, concorrenza SLEALE!!!
    E’ il tempo dell’assessore all’edilizia privata sviluppandio il piano regolatore, Paolo Pillitteri cognato di Craxi!!!
    Percio’ la seguente GIUSTA condanna che recita cosi’:

    Una frode per creare fondi neri. Nel merito, secondo la ricostruzione della Procura, il sistema organizzato da Fininvest negli anni Novanta per acquisire i diritti dei film americani era finalizzato a frodare il fisco. Comprando i diritti non dalle major ma da una serie di intermediari e sottointermediari era possibile gonfiarne il prezzo così da poter poi stornare la “cresta” a beneficio della famiglia Berlusconi. Fininvest quindi, secondo la tesi del pm Fabio De Pasquale, avrebbe sistematicamente aumentato il prezzo dei diritti di trasmissione dei film delle major americane. Facendo così avrebbe aumentato le voci passive dei propri bilanci, con risparmi notevoli da un punto di vista dell’imposizione fiscale, riuscendo al tempo stesso a produrre fondi neri.

    Secondo il pubblico ministero, Flavio De Pasquale, Fininvest avrebbe creato fondi neri con un valore che supererebbe i 270 milioni di euro. Soldi sottratti al fisco e agli altri azionisti della società, a solo beneficio di Berlusconi.

    Motivazioni. Il collegio della prima sezione penale del Tribunale, nella parte delle motivazioni relativa al trattamento sanzionatorio, sottolinea di Berlusconi il “ruolo di direzione e di ideatore fin dai primordi del gruppo di un’attività delittuosa tesa ad una scientifica e sistematica evasione di portata eccezionale”. “Va poi considerata – si legge in un altro passaggio – la particolare capacità a delinquere dimostrata nell’esecuzione del disegno, consistito nell’architettare un complesso meccanismo fraudolento ramificato in infiniti paradisi fiscali, con miriadi di società satelliti e conti correnti costituiti esclusivamente in funzione del disegno delittuoso”. Non si può trascurare poi, per i giudici, “che dalla suddetta attività è conseguita per l’imputato un’immensa disponibilità economica all’estero, in danno non solo dello Stato, ma anche di Mediaset e, in termini di concorrenza sleale, delle altre società del settore”. Considerazioni che portano i giudici a non concedere le attenuanti generiche e a definire come equa la pena a quattro anni di reclusione.

    Certo… che CERVELLO!!!
    Non ho mai detto che IL DELINQUENTE ABITUALE non avesse cervello.
    I CRIMINALI che tendono al delitto perfetto,Sono abili, ma, come ci insegna
    lo STRAORDINARIO tenente Colombo,prima o
    poi, FINISCONO dentro!!!
    Siatene MATEMATICAMENTE certi!!!

  19. Beppe Grillo in un’intervista di non molto tempo fa: “la mafia non strangola i suoi clienti, lo Stato si!”

    Ora, non sto sdoganando la mafia e lo sottolineo in rosso prima che tu come al solito me lo rinfaccia stupidamente, ma Grillo in questo caso ha perfettamente ragione. In Sicilia e in Calabria (a parte quelli che non contano niente e che non hanno niente) sono tutti arrabbiati neri con lo Stato perchè fermando la mafia si eliminano migliaia di posti di lavoro e si blocca tutto e ricorda ancora che mi sto limitanto ad esporre dei dati di fatto, quindi non ci provare nemmeno, furbetto del quartierino!

    E’ vero, Berlusconi ha evaso il fisco e come lui tantissimi italiani, imprenditori, commercianti, artigiani, liberi professionisti e lavoratori dipendenti e non li assolvo certamente, ma altrettanto certamente cerco di capirne le cause e le motivazioni, cosa che tu non sei in grado di fare e ti limiti a sputare sentenze non supportate dai dati. Non ti spiego nemmeno piu’, perchè se non l’hai capito finora, non vedo proprio perchè tu lo debba capire da ora.

    Allora guarda, facciamo come dici tu: facciamo chiudere tutte le aziende di quel mafioso bastardo sfruttatore e puttaniere di Arcore e tutte le aziende di quei fascisti merdosi e sfruttatori del popolo che sono gli imprenditori. Poi mettiamo in galera e confischiamo tutti gli averi di quegli stronzi dei liberi professionisti e dei commercianti evasori e degli artigiani ladri.
    Bene, finalmente tutti in galera. Fuori ci sono rimasti solo i politici opportunisti e quegli angioletti azzurri dei lavoratori, alcuni santi, ma anche alcuni ladri, bastardi, faziosdi, idioti, profittatori, evasori, demolitori, vandali intrisi di odio classista, assassini eccetera, ma pur sempre “lavoratori sfruttati”, poverini. Che bel mondo, sarà sicuramente piu’ vivibile, piu’ onesto, migliore, piu’ ricco, piu’ felice, piu’ onesto, piu’ corretto, piu’…piu’…piu’…! Piu’ ci penso e piu’ mi rendo conto di quanto tu sia ………per non dire altro.

    Lo Stato non dà alternative alla situazione attuale, lo capisci o no?!!? Tu e io cosa possiamo fare? Niente. Chi potrebbe fare qualcosa? La magistratura, ma non fà niente altrimenti sarebbe in galerra tutto il Parlamento e Tutto il Senato, Presidente della Repubblica compreso, visti gli ultimi sviluppi!!!

    Dai tu la medicina per la malattia!!!

  20. La medicina l’ho data mille volte!!!
    COPIARE come si fa’ alla prima elementare,Il modello tedesco e il modello francese e chiedere AIUTO alle loro CAPACI AMMINISTRAZIONI E GESTIONI PUBBLICO/PRIVATO.
    O siamo cosi’ presuntuosi da non volere ammettere i nostri fallimenti???
    La Wolkswagen in Germania ha superato la crisi con la COGESTIONE!!!
    Questo significa che riconoscono, al vasto mondo OPERAIO, capacita’ GESTIONALI che spesso i piccoli AGNELLI o gli arroganti MARCHIONNE, in perfetto stile Berlusconiano(20 miliardi per il programma Italia), proprio come il famoso milione di posti di lavoro, non hanno perchè FIGHETTI e bravi a GIOCARE A GOLF!!!
    Quindi LAVATI PER BENE LA BOCCA, quando parli del mondo Operaio e del mondo del lavoro tutto, e ABBASSA la cresta, DELLA SUPPONENZA e della ARROGANZA che diventi
    TOTALMETE RIDICOLO!!!
    Poi possiamo sederci, forse, a tavola con i paesi europei e dialogare alla pari in virtu’ di un rilancio possibile dell’EUROPA POLITICA che è stata abortita fin dalla sua nascita allorche’ una parte della SINISTRA diceva, INASCOLTATA, che c’era necessita’, oltre che dell’unificazione monetaria, anche e soprattutto una di UNA SANA GESTIONE POLITICA con ISTITUZIONI funzionali e SOSTITUTIVE delle singole volonta’ NAZIONALI!!!
    I padroni che evadono il fisco e rubano perchè le tasse sono alte???
    E’ il solito gatto che si morde la coda!!!
    Se evadi… lo stato, invece di fare una sana lotta all’evasione, aumenta la percentuale di imposta!!!
    Il sottoscritto, ritiene che i mille condoni fatti in passato hanno sempre e solo favorito la GRANDE EVASIONE e non il piccolo commerciante o piccolo artigiano!!!
    Portavo l’esempio di Valentino Rossi che, se non ricordo male, ha transato con il fisco, pagando una percentuale RISIBILE, rispetto a quanto dovuto!!!|
    IL SISTEMA E’ MARCIO, TOTALMENTE MARCIO, percio’ non vedo vie di uscita “MODERATE” altro che la guerra alla Merkel, come quel COGLIONE e Mafioso di Berlusconi, vera sciagura NAZIONALE e che oltre a chiedere scusa, come COMMEDIANTE da strapazzo, si comporti di CONSEGUENZA e DISMETTA l’intero patrimonio suo, dei suoi amici e dei suoi parenti, se vuole fare la PRIMA COSA seria e intelligente per questo paese.
    Dimostrerebbe di essere UOMO e non il solito PAGLIACCIO quale è !!!
    Potrebbe passare alla STORIA se facesse una SERIA AUTOCRITICA come suggerisco!!!
    Acquisterebbe, forse, anche il mio rispetto!!!
    Darebbe CONTENUTO a: L’ITALIA E’ IL PAESE CHE AMO…!!!
    Quando un uomo arriva alla sua ETA’ dovrebbe pensare ad ELEVARSI spiritualmente
    e prepararsi a PASSARE a vita migliore ABBANDONANDO la ZAVORRA della materialita’
    badando alle cose ESSENZIALI!!!
    Altro che ragazzine e Bunga Bunga!!!
    Io non gli sono amico, ma glielo consiglio
    COME ESSERE UMANO!!!

Lascia un commento