Here comes the sun

Il sole delle Alpi nella scuola di Adro continua a dividere e Salvini pensa bene di sventolarlo a Bruxelles

salvini-sole.jpgIl “semplice folklore” dei simboli con il sole delle Alpi nella scuola di Adro, come previsto, non è così semplice, né così folkloristico. Maristella Gelmini ci ripensa e scrive al sindaco Lancini per farli togliere. Il sindaco dice che la richiesta gliela deve fare Bossi, perché “prima viene il mio capo“. Giusto perché sia chiaro quanto contino i ministri (non leghisti) per un sindaco che en passant ricorda che per togliere tutti i simboli toccherà spendere sui 30mila euro.

Bossi e Lancini, però, non si sono ad ora visti (né sentiti). In compenso, ci ha pensato Matteo Salvini a farsi vedere e sentire al parlamento europeo, sventolando dal suo ufficio un bandierone con il simbolo della Padania. Salvini ha commentato: “Siccome qualcuno in Italia dice che la Padania non esiste, mi è sembrato opportuno spiegare ai miei colleghi europarlamentari che invece la Padania esiste, e che c’e’ una parte dell’Italia che si sente Padania. Avevo pensato di esporre solo una bandierina ma alla fine ho comprato un bandierone in modo che si veda meglio”. Quando l’allievo supera il fu maestro – Gianfranco Miglio, al quale la scuola di Adro è intitolata.

Here comes the sunultima modifica: 2010-09-21T15:21:00+02:00da admin
Reposta per primo quest’articolo

18 pensieri su “Here comes the sun

  1. Bene c’è da pagare 30 mila euro, il sindaco li prenda dal suo conto personale, e non dalle tasche dei cittadini, la scuola non l’ha pagata il partito dei buffoni cioè la lega, ma è stata pagata con i soldi di tutti i contribuenti, quindi salvini il sindaco e il senatur il sole delle alpi se lo possono schiaffare in quel posto.

  2. Diciamo subito che la manifestazione banderuola di Matteo Salvini, leghista, è da inquadrarsi in quella che in psichiatria si chiama “megalomania” (mania di grandezza, fine a se stessa, di un soggetto insignificante).! Mentre la manifestazione del sindaco di Adro, pure leghista, è mero “protagonismo”, cioè necessità di stare al centro dell’attenzione, non diversamente possibile, utilizzando il denaro pubblico per opere appariscenti, come la colorazione completamente verde, tappezzata con un solo simbolo, di un edificio scolastico per l’infanzia.! Col tempo, sarà interessante sapere quale sarà la reazione dei Bambini che frequentano tale scuola.! Sono convinto che odieranno il “verde”, il “sole delle Alpi”, la “Lega” e non avrenno rispetto nemmeno per il nome “Gianfranco Miglio” imposto a quella Scuola.! Che Bossi eviti di pronunciarsi, lasciando che il tempo faccia il suo inesorabile corso.!

  3. E’ già un pò di tempo che quelli della lega mi sembrano degli invasati…Daccordo il federalismo ma credo che stiano esagerando. Anche l’idea di spostare i ministeri da Roma e metterli in varie città del Nord la trovo ridicola… Vi immaginate Obama in visita presso il ministero degli esteri sito a “Cavaria con Premezzo” o “Tradate” o “Busto Arsizio”?
    La lega si rassegni.

  4. E’ già un pò di tempo che quelli della lega mi sembrano degli invasati…Daccordo il federalismo ma credo che stiano esagerando. Anche l’idea di spostare i ministeri da Roma e metterli in varie città del Nord la trovo ridicola… Vi immaginate Obama in visita presso il ministero degli esteri sito a “Cavaria con Premezzo” o “Tradate” o “Busto Arsizio”?
    La lega si rassegni.

    Scritto da : vivalavita | 21.09.2010

    .
    vedi,la lega dice brutalmente a muso duro certe cose che però non sono sbagliate del tutto, perchè dice roma ladrona o voler partare alcune cose al nord, perchè aroma è un ruba ruba e pensano che divise le cose in più posti il tutto sia più controllabile e magari possano rubare anche un po’ al nord, la par concicio.

  5. ma chi è diventato questo cazzo di bossi, il duce in padania? Trovo assurdo che un sindaco debba chiedere al suo “capo” questioni che riguardano la scuola PUBBLICA e dove nessun simbolo di partito dovrebbe entrarci neanche per scherzo, lo trovo quasi un atteggiamento mafioso, questi personaggi se ne fregano veramente della Costituzione, io lo trovo gravissimo, e poi anche riempire o tappezzare una scuola di Rose Camune non avrebbe senso, sono le classiche ossessioni da estremisti idioti, e infine chi pagherà la rimozione di tutti quei soli delle alpi, spero che paghi la lega e non i cittadini.

  6. stanno facendo, in parte a ragione, un gran can-can per il simbolo leghista in quel di Adro, ma nessuno ha mai reclamato per L”AVVOLTOIO” Asburgico che in provincia di bolzano fa bella mostra in qualsiasi ufficio pubblico, e fra non molto lo troveremo anche sulla carta igienica, su tutte le carte , sui zerbini sugli ingresi dei vari uffici, ma in tutti quei luoghi non troverete la bandiera italiana, se non in qualche rara occasione, nemmeno sui pennoni degli uffici pubblici, tipo le case di riposo “Comunali”

  7. Hanno semplicemente imparato dai “comunisti”, chiedere sempre al capo prima di osservare le leggi dello stato.
    Vi ricordate Peppone?????
    UGUALI
    E pensare che non sono altro che la brutta copia della “Liga Veneta”, l’unica ad avere il diritto di rappresentare il Veneto, da oltre 1000 anni Veneto, prima democrazia al mondo. E che ora fanno i servi alla lega di Bossi, quanto sono caduti in basso!!!!!!

  8. Non capisco tutto questo scandalo provocato dai comunistoidi
    antiberlusconi (e per riflesso antilega) per quei simboli nella bella
    scuola realizzata in quel di ADRO. Ho letto che è una bellissima
    scuola, molto apprezzata dagli abitanti di Adro, e ciò mi pare che
    basti. Sarebbe stato invece scandaloso se quel sindaco avesse
    disposto l’abolizione del crucifisso. Sicuramente, se ciò fosse
    avvenuto, avrebbe trovato il plauso di chi ha protestato per il
    simbolo del “Sole delle Alpi”.

  9. Non capisco tutto questo scandalo provocato dai comunistoidi
    antiberlusconi (e per riflesso antilega) per quei simboli nella bella
    scuola realizzata in quel di ADRO. Ho letto che è una bellissima
    scuola, molto apprezzata dagli abitanti di Adro, e ciò mi pare che
    basti. Sarebbe stato invece scandaloso se quel sindaco avesse
    disposto l’abolizione del crucifisso. Sicuramente, se ciò fosse
    avvenuto, avrebbe trovato il plauso di chi ha protestato per il
    simbolo del “Sole delle Alpi”.

    Scritto da : giovinco | 26.09.2010

    ——————————————————————-
    Una sola domanda, questa scuola è pubblica o privata?? o di partito?? no questa scuola è pubblica, cioè della collettività e in particolare di tutti coloro che pagano le tasse, quindi non è proprietà esclusiva della lega, ma pagata con i soldi di tutti anche con quelli dei comunistoidi come li chiami tu.

Lascia un commento