La cena delle Vespe

Vespa scrive a De Bortoli precisando che la cena con Berlusconi, Casini, Bertone è stata privata. Gramellini lo critica parlando di casta del giornalismo

vespa-casini-bertone.jpgLa “cena dell’estate” continua a fare polemica. Parliamo di Bru-neo Vespa, che ha “attovagliato”, come direbbe Dagospia, fior di commensali a casa sua, da Silvio Berlusconi a Pierferdi Casini (e subito è scattata la “liaison”), dal cardinal Bertone a Gianni Letta. Molti hanno chiesto lumi sul “Porta a Porta” by night e Vespa, con il suo solito fare poco sportivo, ha scritto al direttore del Corsera De Bortoli spiegando che la cena è stata programmata per festeggiare i suoi 50 anni di giornalismo, “invitandovi alcune persone alle quali sono legato da antica amicizia e altre che mi onorano di un più recente rapporto di amichevole stima”.

Vespa tiene a precisare che parlare di cena politica “e addirittura di pressioni della Santa Sede per un ipotetico ritorno dell’Udc al governo è irriguardoso prima che falso. Come è falso parlare di cena combinata per favorire l’incontro tra due leader politici. Sono amico di Casini da 25 anni e sia lui che Berlusconi hanno incrociato costantemente la mia vita di cronista negli ultimi due decenni. C’erano tutte le ragioni, insomma, per invitarli entrambi”.

Il collega di Vespa Massimo Gramellini, nel suo Buongiorno di stamane fa notare che i giornalisti “non dovrebbero organizzare cene per i potenti, né parteciparvi se non in incognito, con parrucca e registratore incorporato, per poi raccontarle sul giornale. Vespa festeggiava le nozze d’oro col mestiere, ma anziché gli amici ha invitato banchieri, politici e porporati: la controparte. È vero che il portiere della Spagna mundial ha baciato in diretta la fidanzata che lo stava intervistando, però Silvio e Vespa non hanno vinto nulla e non sono neanche fidanzati, almeno ufficialmente”.

Gramellini non è scandalizzato dall’accaduto e giustamente fa notare che “d’estate a Roma fioriscono terrazze dove il critico contende un groviglio di bucatini al regista del film che dovrà recensire e il politico di sinistra suggerisce all’editorialista di sinistra che cosa scrivere nel prossimo articolo che il pubblico di sinistra non leggerà. Nessun governo dichiarerà mai illegale questo genere di intercettazioni. Però non stupiamoci se i nostri padroni, lettori e telespettatori, ci considerano parte di quella stessa Casta dalla quale, a parole, prendiamo le distanze“.

E’ una casta, quella del giornalismo politico, che Indro Montanelli combatteva dicendo che ai politici non bisogna dare del tu, né andarci insieme a pranzo. Altri tempi, altra repubblica. Pur con i medesimi personaggi della prima.

La cena delle Vespeultima modifica: 2010-07-13T11:55:58+02:00da admin
Reposta per primo quest’articolo

47 pensieri su “La cena delle Vespe

  1. Quant’anvidia che cianno quegli dela sinistra adesso pirchè vespa cià fato la festa dei 50ani con silvio tuti cianno da dirci le calunie invece cià dimostrato di esere persona seria che ci frequenta li migliori amici chè un ci potrebbi frequentare chè nonè da fargli schifo se conosce i migliori lader politici di’talia e guarda cià dimostrato anche che ci safare le cose con garbio chè cià invitato casini e poi per farci contentezza cià messo pertone per farci contento casini ma poi dato chè un gran volpone cià pensato questi ci parlano di chiesa e mi ciaddormentano la serata alora cià piazato in mezzo silvio chè ci raconta le barzelette sporchine e ci fa arosire pertone e casini ci ride sottaibaffi guarda io ti dico chè noi dela destra ciabiamo i migliori lader politici chè sono i più simpatici chè se la gente li videsse per la strada tipo in cità tipo per piazale loreto o giù di li ci starebbiro tuti a guardarli per ore contenti io ci spero di vederli sempre primopoi così dal vero silvio poi ciavrei nà gioia chè guarda sono giàò li che lospetto.vivva silvio forza itaglia forza milan

  2. rispondo ad andrea
    se alla cena fossero stati invitati 8 o 9 del centro sinistra tu avresti detto che uno puo festeggiare con chi vuole
    perche non e cosi invitando alcuni didestra e centro?
    dove la famosa democrazia che tutti si riempono la bocca ma non applicano

  3. Io non sono ne di destra ne di sinistra,dico solo italiani svegliatevi,perchè ci sono tre cose che rovinano l’italia,MAFIA;POLITICA E CHIESA(cattolica precisiamo…) e queste tre camminano da secoli di pari passo.Vespa di questi tre non saprei dove collocarlo fate voi.

  4. Persone come bertone e compani che non voglio nominare,che si ritengono chiesa di Cristo,ma di Cristo non Hanno niente,perchè non predicano l’evangelo,ma fanno politica,dicono di essere con i poveri,ma fanno i cenoni a casa di ricchi,dicono di portare l’evangelo,ma il loro vangelo è la politica e il potere,e la politica li appogia perchè contano sui loro voti per avere il potere.Da Italiano dico svegliamoci che è ora.é TUTTA UNA GRAN SCHIFEZZA

  5. Un avvenimento straordinario come i 50 anni di “giornalismo “del cardinal Vesponi non poteva avere un comitato di festeggiamenti migliore!Da cattolico praticante,esprimo tutta la mia nausea verso il cardinale Bertone che si dovrebbe dedicare agli esercizi spirituali invece di frequentare certi figuri : provi ancora a raccontarci che la Chiesa non interferisce nella politica italiana.

  6. CHE BRUNO VESPA FOSSE UN LECCA CULO ERA SAPUTO
    MA (FORSE) QUELLO CHE PIULASCIA PERPLESSI E CHE I PRETI FANNO POLITICA DIMENTICANDO CHE LORO DICO (LORO)sono piu sporchi dei porci senza offesa a quelle creature che ci danno dell’ottimo prosciutto

  7. Ogni partita ormai si gioca a carte scoperte.! Ed è meglio così.! Trasparenza e legalità.! Questo vogliono gli italiani.! Stare insieme intorno allo stesso tavolo per una cenetta festaiola e commemorativa è sempre meglio che combuttare dietro l’angolo di strada destando sospetti che non si sa mai dove si va a finire.! Parlarsi a viso aperto, sui futuri “destini della Patria”, è meglio che farlo di nascosto, alla maniera della P2, o con pizzini di infausta memoria.! Che i tre “massimi esponenti della cultura italiana” (Vespa, Casini e Berlusconi) facessero convegno, era già noto a tutti.! Volendo spettegolare un po’, si tratta di sapere chi dei tre abbia orchestrato l’incontro, perché non è credibile che sia stato il Vespa, meno credibile il Casini, più credibile il Berlusconi.! Gatta ci cova.!

  8. per tutti questi pagliaccetti di sinistra che sanno vomitare solos tronzate; ma non ve le ricordate più le cene fatte da Dalema a Gallipoli con Buttiglione emerito democristiano e il “barbaro e leghista” Bossi che all’uopo era assurto agli onori di ” la LEGA è una costola della sinistra”. Siete dei buffoni e come ben dicono Dalema e Bersani e a Voi ben si addice “andate a farvi fottere e non rompete i coglioni”
    Con i migliori auguri e visto che siete rosi dallp’invidia, vi auguro che la cena vi vada proprio per traverso.

  9. Che i politici e i giornalisti fossero così lo sapevamo tutti…..
    Silvio e Perferdindo che bella coppia!!!!!
    Ma Bertone che ci faceva…
    Forza PAPA RAZZINGEN prendili a calci questi Cardinali che infangano sempre più la CHIESA ed il nome di Cristo… non è solo la pedofilia ma anche queste partecipazioni luculliane e forse di potere che indeboliscono la Chiesa di ROMA…..
    BENEDETTO pensaci tu!!!!!!

  10. Bravo vartemenko70 è per le persone come te che l’Italia va bene,difendere la propria bandiera,poi se fà bene o fà male l’importante difendere i propri colori.Io non sono ne di destra ne di sinistra,ma vorrei che le cose andassero meglio per noi Italiani.
    L’attaccamento alla bandiera politica non risolve i problemi,se un governo fà bene per il paese è giusto che deve governare,se i politici fanno i loro interessi è meglio per tutti che vadano a casa che siano di un colore o di un altro non importa.

  11. Un giorno tutto questo finirà.
    E allora sarà bello vedere tutti questi campioni di professonalità e indipendenza prendere le distanza ed attaccarsi al primo carro vincente.
    E sarà tutto un : io non c’ero, se c’ero dormivo , avete equivocato ecc.
    ecc..
    Quello che fà più rabbia che uno stipendiato della RAI fà il leccapiedi
    del concorrente della sua azienda.Che etica !
    Immagino che anche la Mercegaglia , che fà parte della compagnia , i suoi dirigenti gli sceglie tra i vertici della Krupp o Arvedi o Valbruna …
    A proposito di leccapiedi ed altro : avete visto questa su La7 -Omnibus
    la performance di Stracquadanio.Che incredibile faccia tosta.Ma finirà
    non disperiamo.

  12. Bravo vartemenko70 è per questo che l’italia va bene è perche c’è gente come te che difendono i colori del partito qualsiasi cosa facciano.
    Io non sono ne di destra ne di sinistra,vorrei solo che le cose andassero bene per i cittadini.Se un governo fà l’interesse del popolo è giusto che governi,ma se fà i propri interessi o gli interessi per pochi è giusto che vada a casa,qualuque sia il colore della sua bandiera.
    Stacchiamoci d’amore per i colori,ma scegliamo governanti che sappiano portare il paese nel benessere per il popolo.
    Cosa mi serve avere la bandiera,se non ho un lavoro e guadagnarmi la pagnotta?

  13. no!!!! accidenti non mi toccate il Milan ora io dico una cosa al sig Antonino io non so se ci fai o ci sei ma se sei che veramente tifi Milan pazienza ma se ci fai allora devo capire: se lo fai per prendere per il culo la destra me fottenkazz,se per caso lo facessi per prendere per il culo berlu e passi MA il Milan NON SI TOCCA anzi io direi facciamo che il Milan non lo nomini più anche perchè non vorrei che porti rogna come berlu che da quando ci governa Ha acchiappato : 11 settembre , crisi mondiale ,crisi finanziaria , crisi Greca ,inquisizione totale di tutti i suoi politici e il MILAN non vince gli scudettiiiii anzi voglio proporre a tutti i Milanisti al nome sil… o berl…. tocchiamoci i marroni Italiani attaccatevi ai marroni e non nominatelo piuuuuu

  14. La terza Camera dello Stato fa quello che vuole!!!
    Gestisce il Potere imitando il Mafioso Berlusconi che risolve sempre con
    Pranzi e Cene nelle sue numerose Ville!!!
    Chissa se c’erano anche escorts nascoste o ragazzini per palati raffinati
    come quello di gente di Curia: Cardinali o Vescovi che siano!!!
    L’unico mio rammarico è quello per la presenza del Governatore Mario Draghi che ho sempre stimato, non fosse altro che anch’io sono stato allievo del grande Federico Caffe’!!!
    Si sa che per giungere al potere Bisogna essere riconoscente anche a Silvio Berlusconi che lo nomino’ Governatore!!!
    Ma a Mario Draghi, che è stato ed è un Grande e persona molto seria,un consiglio voglio darlo:
    Le sue Qualita’ Professionali, non le svenda a casa di un Patetico servo del Potere quale è Vespa!!!
    Lei è stato allievo anche di Franco Modigliani e Robert Solow ed allora:
    Schiena Dritta, non si faccia INFINOCCHIARE da queste 4 Puttane!!!

  15. x …..

    Come mai silvio,non a fatto ministro B:Vespa
    Uno piu’, tanto chi se ne accorge.

    Portebbe fare il ministro delle Arnie ,sul territorio nazionale.
    Ogni anno va’ a controllare,e’ contarle.
    Ameno farebbe qual cosa di utile

  16. IL SISSIZIO GRECO NEL NIDO DI VESPA
    Non credo proprio che i convenuti al pasto comune di casa Vespa, abbiano portato, ciascuno, la sua razione di spaghetti e versato quella certa somma per contribuire ai costi del simposio: non credo proprio.
    Mi parrebbe la sequenza già vista di un “Totò & Peppino” (La banda del torchio), dove il barbitonsore Peppino, invitato a pranzo a casa Totò, si presenta col suo mazzetto di spaghetti e crede d’aver ottemperato alla bisogna: lo sprovveduto… Ignorava che la Megera Titina, moglie di quel buonuomo di Totò, fosse di sentinella ai fornelli e mai avrebbe consentito la “calata della pasta” se non sufficiente per tutti gli invitati (si fa per dire).
    Il problema, di casa Vespa, è appurare chi fosse Ignazio, il bandito, quello che avrebbe rapito Totò per spillare qualche quattrino alla Megera Titina. E menomale che l’Ignazio politico non faceva parte dell’eletta comitiva (etiam il Papa in pectore), altrimenti, qualche malpensante, avrebbe potuto insinuare che l’Ignazio era il “Passator cortese”, re della strada, re della foresta.
    Sembra paradossale che, dopo “Mani Pulite”, ci sia ancora qualcuno che possa insinuare che la politica sia ritornata ai nidi di vespa per parlar male dell’imenottero aculeato che da anni si annida in Via Mazzini, a Roma: all’ombra del cavallo morente di Francesco Messina.

  17. Cara Mara Carfagna,
    penso che i tanti voti avuti alle regionali
    siano dovuti al nuovo sistema elettorale, mi ricordo le tue espressioni e facce impettite da bellimbusta durante i lavori di conferenza, evidentemente il potere ti ha dato alla testa ! Allora perche’ non devolvi gli invalidi, quelli veri, che devono campare con 268 € al mese !!! il tuo stipendio da deputata ? O da consigliere regionale ? o da ministra ?
    Eppoi e’ inutile che fai finta di proteggere gay e lesbiche,
    Quali pari opportunita’ rappresenti ?

  18. Non fanno altro che fare cene,cenine,cenone,cenette
    ma quanto ci costano,non PENSATE,che paghino di tasca loro.
    Illusi,poveri illusi.
    Tutto quello che fanno,da quando si alzano alla mattina ,a quando
    vanno a dormire..,ad ogni mossa movimento che fanno ,anche quello che RESPIRANO
    la PAGHIAMO noi.Non esiste ne dx,ne sx,ne lega ed ecc…
    E sempre esistito e sempre esistera’.NON esiste operaio o industriale
    Prima non sapevi nulla adesso,molte cose si “SANNO”,ma moltissime non
    verremmo mai a conoscenza.
    Lo so che sono andato fuori “commento”.MAH?! E una cosa che mi
    rimaneva di traverso..

    Saluti da un lix

  19. Quello che sorprende e preocupa l’Italiano cattolico, è la presenza di un grosso rappresentante dello Stato Vatticano per un incontro di personaggi Politici, in una particolare situazione Politica che attraversa il nostro Paese.Vada per il festeggiamento dei 50 anni di giornalismo. Vada anche per la partecipazione degli amici selezionati.( E’soltanto coincidenza che i presenti sono stati grossi personaggi della Politica). Vorrei però chiedere al festeggiato: “Possibile che i suoi amici, nella sfera dei personaggi più importanti, siano soltanto questi?” Mi sorge vaghezza che il “Burattinaio” sia sempre il solito.

  20. x staff
    Sara’ un mio problema, ma non riesco, allora ad entrare nel post con facilita’ e rispondere alle critiche che mi si rivolgono!
    Spesso sono scomparsi interventi ed articoli IMPORTANTI allorchè sono
    intervenuto, senza fare del facile vittimismo, in difesa di medici alternativi
    per la cura del Cancro.
    Le mie, in tutta sincerita’, sono battaglie di CIVILTA’ a favore del genere umano che subisce le ANGHERIE dei potentati Economici-Politici-Religiosi!!!
    Grazie

  21. mi sono armato di pazienza ed ho letto tutti gli interventi.Fatta eccezione per uno o due di essi, gli altri sono tutti tesi ad inveire
    contro Vespa, Berlusconi e Bertone.
    Ciò mi porta a pensare che questi blog sono stati creati per fare
    sfogare gli antiberlusconiani/anticlericali, onde evitare che aumentino
    i suicidi in Italia. Infatti per costoro , se non sfogano la loro rabbia così,
    rimane solo il suicidio; tanto con la sinistra politica a cui si invocano
    non hanno altra scelta.

  22. sig Giovanni
    con i tempi che corrono e il governo che ci ritroviamo c’è davvero il rischio di suicidi (anzi siamo ormai nella realtà) e proprio nel NORDEST, le regioni del famoso boom industriale di qualche anno fa
    si documenti, invece di scrivere stronzate

  23. Sig giovanni
    sul blog, sotto la firma “giovanni” non ci può essere che lei…e allora si vada a rileggere quello che scrive (il vocabolo “stronzate” lo ha scritto almeno un paio di volte) e non venga a dire a me che devo vergognarmi
    LEI E’ FALSO E IPOCRITA: IMPARI UN PO’ DI BUONA EDUCAZIONE INVECE DI FARE IL MORALISTA CHE NON E’ PROPRIO IL SUO MESTIERE

Lascia un commento