Violenza e droga

Razzismo? Sì, i fatti di Nettuno si possono di sicuro imputare al razzismo.
Poi ci sono
l’emarginazione dei più deboli e l’odio verso tutto ciò che è diverso.
Del resto, non si può evitare una riflessione sull’educazione dei figli all’irresponsabilità.

Ma perché nessuno dice che spesso in episodi di violenza efferata e gratuita c’è anche la corresponsabilità dell’abuso di sostanze stupefacenti e alcool? Con ciò non si vuol dire che chi ne fa uso sia un potenziale sadico o assassino, ma ormai troppe volte abbiamo letto che alcol e droga sono stati compagni di chi ha commesso reati deprecabili ed efferati.

Senza andare sulla cronaca nera più truce (da Perugia a Nettuno alle Bestie di Satana), basta guardare ai dati dell’Asaps sulla pirateria stradale. L’identikit del pirata? Uomini di età compresa tra i 18 ed i 44 anni, spesso sotto l’effetto di sostanze alcoliche o stupefacenti.

La droga è un allarme sociale nel nostro Paese, perché non discuterne?
Insieme a emergenza sicurezza, razzismo, questione giovanile e deficit educativo, perché non affrontare anche le conseguenze estreme delle tossicodipendenze?
Forse questi can can mediatici montati ad arte sui tristi fatti di cronaca nera  diventerebbero più proficui.

Violenza e drogaultima modifica: 2009-02-03T12:12:31+01:00da admin
Reposta per primo quest’articolo

Un pensiero su “Violenza e droga

  1. Razzismo? Sì, i fatti di Nettuno si possono di sicuro imputare al razzismo ?????
    Ma se quelli che hanno fatto quello che hanno fato.
    Hanno dichiarato di averlo fatto per noia per provare una
    emozzione.La colpa è pure al 90% della educazione data in casa, se avessero il dovere dico dovere per poter mangiare a cena, dopo lo studio di andarsene a guadanare come facevamo noi, non si annoierebbero di certo. Vi sono tanti, tanti lavori da fare in gruppo,ripulire
    certe zone di periferia insozzate in discariche da Rom e da certi Italiani stessi e tante tente altre cose cento, mille, un milione.

Lascia un commento