Ma quale escort! Fini querela tutti

Le foto della escort Rachele “Notizie false e infamanti riguardanti una donna di Reggio Emilia dai facili costumi”. Va bene la sconfitta in parlamento, va bene resistere alle insinuazioni sugli strani maneggi della casa di Montecarlo, ma passare per frequentatore di escort questo proprio no. Fini va al contrattacco e inizia a sporgere querela per la vicenda di Rachele, scoppiata … Continua a leggere

La tv parli in dialetto

Aveva abituato tutti a crociate di buon senso in difesa di mozzarelle, ortaggi, latte fresco e prodotti non taroccati. Anche l’opposizione aveva dovuto ammettere che Zaia il ministro leghista delle Politiche Agricole era uno in gamba. Poi lui, il trevigiano amante di aratri e falciatrici è uscito fuori dal seminato. Più precisamente secondo Zaia la Rai dovrebbe mandare in onda “le fiction di … Continua a leggere

Nel Prato del Pdl il Pd si conferma

Il Pd festeggia l’esito dei ballottaggi. Una boccata d’ossigeno, dopo le delusioni del primo turno. C’è del trionfalismo, con un pizzico di edulcorazione della realtà. “Un risultato per certi versi inaspettato” ammette Dario Franceschini per il quale è il segno che “è iniziato il declino della destra”. A Prato è crollata un’encalve rossa. Roberto Cenni è il nuovo sindaco di … Continua a leggere

Elena Basescu, la Paris Hilton romena

E’ stata chiamata la Barbie romena a Bruxelles e ribattezzata la Paris Hilton di Bucarest. Certo la figura del padre è ingombrante: si tratta del presidente della Romania Traian Basescu. Ma per le elezioni europee lei, Elena, ha deciso di essere solo “Una 28enne che “si sente davvero cittadina europea” e che se verrà eletta “vuole tradurre il linguaggio delle … Continua a leggere

Una svista per deferenza?

Capita che i Tg siano ossequiosi verso il potere. Silvio Berlusconi doveva spiegare alla Cnn il caso Noemi. Ovviamente per irrobustire il concetto, il Tg del neodirettore Augusto Minzolini ha pensato bene di aggiungere al video statunitense il contrassegno del Pdl. In questo caso l’intento non era autocelebrativo, si tratta di captatio benevolentiae. Taroccamento? Secondo i dettami del minzolinismo. Il … Continua a leggere

I besos e l’oscenità del potere

Noemi fa proseliti internazionali. Un’attrice catalana ventiseienne, in vacanza a Roma, tale Mariona Tesa (in foto), ha tentato di “estorcere” dei baci al presidente del Consiglio. Quando Berlusconi si è appalesato all’Auditorium della musica per arringare la platea degli industriali non è riuscita a trattenersi: «Silvio, Silvio! Dos besos, dos besos te quiero…».  Forse aveva saputo che a Telecinco (controllata … Continua a leggere

Tonino “il burino” e l’intelighentia

Con il Pd dilaniato nell’eterno dibattito tra laici e cattolici, Antonio Di Pietro – che pure non brilla per eloquio forbito e magniloquente – fa il pieno di consensi tra gli intellettuali. Magris è l’ultimo acquisto, tra i pensatori à la page. Di Pietro – che, proprio in questi giorni è accusato da “Il Giornale” di aver usato nel 2002 … Continua a leggere

La contessina radical chic e la censura

A quanto pare in un’intervista a L’Era Glaciale, programma condotto da Daria Bignardi, Vauro Senesi ha commentato più volte la condotta di Silvio Berlusconi, mentre Beatrice Borromeo ha parlato del premier nei termini di una persona che mette in imbarazzo l’Italia nei confronti degli altri Paesi. Gli ospiti stavano presentando un libro, non il programma per un golpe mediatico. Non … Continua a leggere

Le mille evoluzioni di Sgarbi e Corona

Polvere di stelle alle elezioni europee. “Fabrizio Corona non perdona“, era il suo grido di battaglia negli anni ruggenti di Vallettopoli. Ora il fotografo potrebbe scegliere le insegne della Fiamma Tricolore e sbarcare a Strasburgo, solo se il partito si presenterà senza apparentamenti. Così sente dire in giro, almeno. Dal reality alla politica, si sa, il passo è breve. Ne … Continua a leggere

Televoto: il sultano e le veline in politica

“Le donne non sono gingilli da utilizzare come specchietti per le allodole“. Forse questa frase meglio di qualunque altra inquadra l’operazione di trapiantare lo star system dell’industria culturale berlusconiana in blocco nelle istituzioni. Trasformare le elezioni nel televoto è l’obiettivo di certa politica. Dopo le voci che volevano Barbara Matera, Angela Sozio, Camilla Ferranti ed Eleonora Gaggioli in lista alle … Continua a leggere