Lega, uno spot da fame

“Non illudetevi, ormai l’Italia non può più offrire niente a nessuno. Non venite qui perché sarete condannati alla fame“. E’ un passaggio dello spot elettorale della Lega Nord, pubblicato da Angelo Ciocca, candidato leghista alle prossime Europee (circoscrizione Nord Ovest) e scovato da Marco Bresolin de La Stampa. I cinque “attori”, probabilmente rimborsati con una cifra irrisoria da raccoglitori di … Continua a leggere

Lega, dalla Padania alla Tanzania

Il Carroccio investe i soldi dei rimborsi elettorali in fondi all’estero. A fine anno sono volati per la Tanzania 4,5 milioni di euro (la Presse)La Lega padana e autoctona? Non con i soldi dei rimborsi elettorali. Giovanni Mari sul Secolo XIX pubblica un’inchiesta sugli investimenti di milioni di euro che il Carroccio compie: “Nell’ultima settimana di dicembre, tra il 23 … Continua a leggere

I tagli alla Padania

Il quotidiano leghista è in rosso e potrebbe scomparire quasi del tutto per spostarsi su internet. Sempre se Bossi lo permetterà (la Presse)Ironia della sorte. Proprio nei giorni in cui la Lega sembra ritornare al suo spirito battagliero dei primi anni, il suo quotidiano La Padania rischia di sparire nella versione cartacea. Lo scrive Marco Cremonesi sul Corsera, spiegando che … Continua a leggere

Can che abbaia non morde?

Strane dinamiche anche nella maggioranza. La campagna elettorale per le prossime elezioni europee è iniziata a tutti gli effetti. Mentre PD e PdL mimano un tentativo di accordo sulla riforma della legge elettorale, a dare battaglia è la Lega di Umberto Bossi, che spara colpi indifferentemente a destra e a manca. Il caso Alitalia è stato solo il primo banco di … Continua a leggere

Lunga vita ai portaborse

“Sono stati sconfitti i burocrati europei“, così Roberto Castelli (Lega Nord) commenta l’esito negativo del referendum in Irlanda, con cui questa fetta di cugini celti ha detto no al Trattato di Lisbona. Nell’aria c’è sempre voglia di secessione, da tutto, sia dall’Italia sia dall’Europa, per liberarsi dal giogo degli apparati che incatenano l’autonomia padana. Ma ora, colpo di scena, per non rinunciare … Continua a leggere

Ombre e fantasmi

Qualcosa di incorporeo aleggia sulle proiezioni di queste elezioni. Della sinistra rimangano superstiti solo i fantasmi. Dice il filosofo Gianni Vattimo: “La sinistra non esiste più”, e già suona il requiem della soglia di sbarramento al 4%. Se infatti proprio non si può sperare in una rappresentanza al Senato, pare fortemente compromessa anche quella alla Camera. La sinistra è stata proprio un arcobaleno, pittoresco ma … Continua a leggere

Lega superstar

“Noi superstar, questa volta sarà difficile inciuciarci“, così commenta le prime proiezioni Mario Borghezio. Esultano tutti i dirigenti della Lega Nord, anche se Roberto Calderoli già lo sapeva che “sarebbe andata bene, che sarebbe andata al raddoppio, ce lo sentivamo”. Per adesso, la rivelazione di queste elezioni sono loro.

Lega Nord: kit elettorale

In questi giorni gli attivisti della Lega Nord si aggirano per le piazze padane forniti di un kit elettorale talmente agguerrito da farne il vero tormentone di fine campagna. Ecco il contenuto: fucili, pronti a sparare per cacciare la “canaglia romana” (Umberto Bossi) cannoni, in caso non bastassero i fucili a “difendere la democrazia” (Roberto Calderoli) una secessione, nel caso Bossi non venga fatto ministro, … Continua a leggere

Zuleika e l’inno

L’inno della Lega Nord è il “Va pensiero” di Giuseppe Verdi. Nella celebre opera Nabucco, scritta dal compositore nel periodo di dominio austriaco nel nord dell’Italia, il coro degli ebrei prigionieri in Egitto lamenta la lontananza dall’amata patria. Zuleika Morsut, Miss Camicia verde 2007, è l’interprete ufficiale dell’inno: