Quel Grande fratello di Buonanno

buonanno-gfIl Grande fratello in Italia iniziò 14 anni fa, un’era geologica per la tv. Lo si guardava tutti: chi ne era entusiasta, chi lo guardava per parlarne male, chi non lo guardava facendo sapere a tutti che non lo guardava. Ora, alla 14ma edizione, non si capisce più perché ancora esista e se, come è capitato a me durante cinque minuti di #GF14, vedo e sento una concorrente lamentarsi di un’altra perché “cerca troppo le telecamere”, siamo davvero al massimo (del minimo).

Eppure, i prodotti del Grande fratello continuano a essere con noi in un modo o nell’altro. E se da un lato il GF ha prodotto attori come Luca Argentero, dall’altro ha inevitabilmente sfornato personaggi mediocri baciati da un periodo di sovraesposizione mediatica, fino ad arrivare a politici che si comportano come fossero sempre davanti alle telecamere del GF. Ce ne sono tanti, ma quello che più salta agli occhi è Gianluca Buonanno, il cui collegamento in diretta a Sky Tg24 con pistola in bella vista è soltanto l’ultimo di una serie di pessimi show di un sindaco, deputato ed europdeputato. Proprio soldi ben spesi, da noi cittadini.

Dal “Dove sono le sigarette?” di Filippo Nardi imbufalito nel confessionale del GF agli show irresponsabili di uno come Buonanno, che cerca sempre e soltanto (trovandole) le telecamere, il passo è più breve di ciò che si pensi. Ci vorrebbe, ogni tanto, un sipario.

 

Quel Grande fratello di Buonannoultima modifica: 2015-10-23T14:08:16+00:00da davideracconta

Questo elemento è stato repostato da

  • Avatar di anon1ma

Lascia un commento