Auto blu, altro che sobrietà

Fa discutere (e molto) il bando del ministero dell’Economia sulla nuova fornitura di 400 auto blu. Palazzo Chigi frena con una nota. E in Sicilia un consulente da 150mila euro curerà una pianta rara

FOTO I costi (e gli sprechi) della politica italiana

 
(Ansa) 

auto blu,costi della politicaMa non eravamo in tempi di sobrietà e rigore? Dal bando del ministero dell’Economia per la fornitura di 400 auto blu, sembrerebbe di no. L’oggetto è il seguente: “Gara per fornitura in acquisto di berline medie con cilindrata non superiore a 1600 cc e dei servizi connessi ed opzionali per le Pubbliche Amministrazioni”. Con spesa prevista fino a 10 milioni di euro e con tempo di presentazione delle offerte già chiuso, quindi la procedura è più che avviata. E’ stato L’Espresso a rivelare il bando e le polemiche sono state talmente forti che Palazzo Chigi ha diramato in fretta e furia una nota in cui si legge che “Il Governo non acquisterà nuove “auto blu” nel 2012 e auspica, per le amministrazioni territoriali, l’adozione di un’analoga impostazione” e che “Il bando di gara della Consip non determina automaticamente l’acquisto di nuove autovetture. Con l’aggiudicazione delle convenzioni, Consip stipula soltanto un accordo quadro che può essere utilizzato dalle pubbliche amministrazioni per soddisfare le necessità di spostamento sul territorio”.

E le Regioni? Certo non sono da meno. Spesso, in nome dell’autonomia, spendono soldi pubblici nei modi più fantasiosi. Ce lo ricorda Gian Antonio Stella sul Corsera, di cui citiamo soltanto uno dei casi ricordati, ma delizioso (si fa per dire). La Regione Sicilia assumerà un consulente da 150mila euro l’anno per la cura e la tutela di una pianta rara di nome Zelkova, appurata “l’esiguità di personale in organico”. Naturalmente. 

105 pensieri su “Auto blu, altro che sobrietà

  1. Come quando Mercedes Bresso, in quota PD, ex governatrice del Piemonte, aveva sponsorizzato lo studio sui GERANI DELLA PATAGONIA !
    E come quando sempre lei aveva elargito ben 5 milioni di euro agli ZINGARI e non ne ha mai e poi mai spiegato le ragioni !

    Guardate i governatori delle regioni come si spostano: auto blu al seguito come se piovesse e tutte Audi A6 quando non A8, elicotteri e personale al seguito che pare un esercito. Idem per i presidenti di provincia. e GLI ASSESSORI !

    Ora 10 miliardi per altre auto blu, in piena polemica proprio su questo argomento !

    Non dimentichiamo gli aerei da combattimento ordinati da La Russa, per 16 miliardi.

    Non dimentichiamo i 13 miliardi all’anno di sprechi fatti dalla sanità !

    Non dimentichiamo…….non dimentichiamo………non dimentichiamo !

  2. Sono berline di media cilindrata, adatte per le commissioni in città e duntorni. Poichè la vecchia CASTA non è ancora andata a casa, come fanno figli,mogli,parenti della nuova casta a spostarsi? Ci vogliono le automobiline, naturalmente blu, naturalmente con autista(pagato da noi)naturalmente con la scorticina(pagata da noi) Auguriamoci di non pagare anche tutta la spesa(caviale,filetto,aragosta,scarpe ed abiti di firma ecc. Per quanto riguarda annaffiare la zelkova mediterranea,non basta un semplice giardiniere o una guardia forestale,ci vuole uno specialista da 150.000,00 Euro,+ le spese + le spese per le riunioni sulla zelkova + i vari seminari ecc. Ma la zelkova non è una pianta diffusa in Giappone e Cina,? non esistono dei vivaisti che la vendono? non esiste anche in versione bonsai? Mi sa che qui di bonsai c’è solo qualche cervello, anzi, tanti cervelli

  3. Buongiorno,
    ogni commento risulta inutile e superfluo! Ma la cosa più preoccupante è che tutto questo è solo la punta di un iceberq e quello che l’opinione pubblica vuole farci sapere!!Nessuno di quegli animali si vergogna ma quello che mi sconvolge è che tutti noi (me compreso purtroppo) accettiamo passivamente questo scempio, accettiamo di “pagare” sempre e comunque, accettiamo di rovinare la nostra Italia!Non un futuro in questa Italia e come molti ormai sto pensando di andarmene perchè esausto ed amareggiato….
    Grazie per lo sfogo…un ex imprenditore

  4. Una vecchia canzone di Trieste diceva: ( testo parzialmente italiano )
    Gli americani ci hanno preso per matti, invece di farina ci mandano carriarmati.
    E quello che il governo italiano oggi, invece di ridurre le automobili blu, come promesso pocchi mesi fa, quelli le aumentano, quindi ci hanno preso per matti,
    ma siamo veramente tanto imbecilli, anche i partiti aumentano e naturalmente con loro, parlamentari, segrettari e portaborse, ecc, ecc .Povera Italia !!!

  5. salve a tutti secondo me questo governo ci mandera alla fame pero la cosa che mi fa iu paura e che se fino a qualche anno fa lo pensavo solo io ora lo pensano tutti pero come sempre siamo un popolo di pecoroni che gli va bene tutto ma allora perche non diciamo basta e li mandiamo tutti a casa il governo e nostro non viceversa ciao

  6. Tanto c’ è sempre chi paga, a loro cosa importa di sperperare i nostri soldi. Io la casa me la sto pagando con il sudore mentre questi si ritrovano o le case oppure le ristrutturazioni senza che se ne accorgano. Ma ormai siamo alle vacche magre e il malumore dei cittadini è forte…….attenti a non tirala troppo forte la corda che prima o poi…….

  7. governo nuovo mezzi nuovi.Si allarga il numero degli utilizzatori. Per il resto nulla da commentare. Viene un dubbio: siamo in crisi o questa è riservata solo ai cittadini italiani? dico cittadini quelli che pagarono, pagano e pagheranno le imposte, tasse, accise, addizionali, IMU, abissinia, vaiont, belice, terremoto 1908, irpinia, IGE, ecc. Il tutto non per il paese, ma per mantenere dei magnaccia che di mestiere vengono chiamati politichesi o tecnici de che?

  8. Maledetti, figuriamoci se si vergognano e se sono interessati al popolo che non riesce più a campare…………..
    Auguro a tutti loro, che nel momento del bisogno, ricevano in cambio ciò che hanno dato, cioè niente, perchè hanno solo preso.
    Disonesti approfittatori, bisogna andarli a prendere sul posto e buttarli fuori a calci.

  9. Mentre il cittadino paga le tasse e risparmi per poterle pagare il governo spreca soldi. Monti dovrebbe dare un taglio a queste cose per alleggerire il peso che il cittadino italiano deve portare sulle spalle.
    Basta sprechi per questi politici vogliono un auto se la comprino con i loro soldi

  10. una cosa allucinante…..e pensiamo ancora di essere rappresentati da certi squallidi personaggi?
    Sono tutti uguali, non c’e’ piu’ destra ne sinistra, spese di rappresentanza da far paura, costi della politica senza senso , stipendi e pensioni senza la minima vergogna, e noi qui a tirare la corda e fare fatica ad arrivare a fine mese………….
    NON VOTIAMOLI PIUUUUUUUUUUU!!!!!!!!!!!!!!!!!

  11. Vergogna! vergogna! vergogna! vergogna!
    vergogna! vergogna! vergogna! vergogna!
    Fate veramente schifo!!!!!!!!!!!!!!!!!!
    Ma ricordatevi: anche voi siete mortali,
    prima o poi toccherà anche a voi lasciare questo mondo e qualcuno vi punirà.
    vi consegnerei per un giorno alle persone che soffrono la fame, quelle che soffrono di mali incurabili e a chi ha subito ingiustizie. vergognatevi!!!!!!!!!!!

  12. Questi politici e governanti fanno SCHIFO!! dovrebbero vergognarsi per tutto quello che stanno facendo! continuano ad inserire nuove tasse, aumentare quelle presenti, e piangere miseria perchè il paese stà andando male. Loro non si sono tolti 1 centesimo dallo stipendio e non si privano di niente. c’è da vergognarsi!!!

  13. Il Governo Monti si poteva risparmiare questa bella critica, ma come sta facendo sanguinare il popolo italiano, posso capire ma non troppo, non ha attaccato igrandi patrimoni e mi sta bene poichè il precedente governo l’avrebbe fatto cadere, comunque si prendeva una bella responsabilità, queste cose bisogna dirle al popolo;Per quanto riguarda le auto speriamo he sia una voce di corridoio se no ci sta da pensare……

  14. RICORDATEVI … RICORDATEVI
    quando saremo chiamati a votare, RICORDATEVI tutto questo.
    Siccome che loro non hanno fatto e non stanno facendo il suo lavoro, il suo dovere, di parlamentare
    ANCHE IO quando sarò chiamato a votare NON farò il mio dovere e NON CI ANDRO’.
    Se tutti faremo così, vedrete che molti andranno a casa.
    bisogna avere un astensionismo del 30%, così forse qualcuno salta o sopprassalta dalla sedia.

  15. Sono profondamente vergognato, questo governo non ha ancora tagliato nulla!!!!! Come posso credergli? Ma è davvero sconcertante che abbiano soltanto penalizzato i soliti fessi . Se tornassi indietro , eluderei anch’io, ne sarei avvantaggiato!Questo è un mondo (l’Italia) al contrario.

  16. Caro Monti, sei riuscito a farti corrompere anche tu, hai chiesto a tutti gli italiani di tirare la cinghia e adesso ci vuoi fare pagare le auto bleu ? Fai una colletta con tutti i politici e pagatele tutti voi, massa di ladroni.

  17. questo governo e composto da talebani terroristi delle classi sociali e lavoratori a ragione grillo ci vogliono i mitra questa gente ti porta verso una guerra civile il popolo si deve svegliare subito togliere di mezzo questi delinguenti pregiudicati prima che ci tolgono di mezzo noi popolo di roma svegliamoci siamo ancora in tempo.

  18. Mio umile parere. 1) Evitiamo di inneggiare all’uso della violenza nei confronti di figure pubbliche. E’ inutile e la violenza, e inneggiarla verso questo persone, possiamo eventualmente maturare l’idea che sia fattibile cambiare un sistema che alla radice è di per se marcio. Ma questo lo si può fare anche astenendosi dal votare e dimenticando i ns. doveri di cittadini, così tanto per protesta. L’unico dramma possibile in questo caso è che facciano ripetere le votazioni poichè troppo sordi per capire che i cittadini si sono stufati e che forse chiedono un cambio radicale. Meglio che causare danni con la violenza che alla fine potrebbe fare diventare eroi chi non era, e fare dimenticare nella memoria comune chi eroe era veramente. Inoltre ricordiamo che la violenza spaventa come le tasse…quindi in un paese violento non ci vengono investitori stranieri..quindi non creano lavoro..e già sono suff. spaventati dalla pressione fiscale..se ritorniamo agli anni 80 siamo ben messi. 2) L’ordine dei mezzi rispetta quello che era stato sbabilito in precedenza sulla cilandrata delle auto. Noi possimo anche scandalizzarci per la somma, ma dovremmo anche capire se l’ordine derivi da una necessità strutturale per rimpiazzare un parco veicoli eventualmente datato e quindi forse molto costoso da essere aggiustato. Qualcuno alla Tv, faceva notare come il mercato dell’auto sia un mercato non così florido nello sviluppo di utile, e se l’utile veniva ottenuto, di solito derivava dalla vendita di ricambi. Quindi potrebbe a conti fatti una sorta di risparmio quest’ordine. Rottamare i vecchi autoveicoli potrebbe essere una diminuzione di costo. 3) Non commento la consulenza per il fiore 4) I problemi del personale a seguito e delle scorte è risolvibile. Si diminuisce il numero di dirigenti, assessori, parlamentari etc..e si destinano le risorse che questi assorbivano a soggetti ed enti realmente bisognosi. Per coloro i quali invece, per il ruolo “necessario” che ricoprono i cittadini devono anche essere disposti ad accettare l’uso di scorte armate e co. Alcuni di loro svolgono lavori molto difficili e spesso incontrano lo sfavore del pubblico prendendo decisioni poco favorevoli…e visto che ci sono molte persone che pensano che la negazione del voto sia inutile come forma di protesta, è il caso che quando necessario le persone abbiano diritto a tutte le tutele che uno stato democratico può fornire loro.

  19. Noi italiani non siamo normali. Ci lamentiamo del nostro governo ma non facciamo nulla. Veniamo spremuti peggio dei limoni! Ma loro cosa hanno fatto per ridurre la spesa pubblica? Tutte promesse a vuoto.. che si vergognassero tutti…..

  20. Provassero ad andare a piedi.Avranno modo di vedere meglio tante cose.
    Disgustosa la sfilata di auto, tutte tedesche, che ogni politico di destra ha utilizzato. La tolleranza diventa reato. Bisogna agire subito prima che la inevitabile cruenta sorte non offra altre soluzioni. Perchè non ci dicono come procede: (1) il pagamento del canone RAI, (2) il rinnovo dei premi RCA, i versamenti INPS, INAIL e simili.
    Hanno sempre bisogno di danaro:
    perchè non provano con le imposte di successione – o non vogliono dar problemi ai graziosi rampolli di genie ingrassate sulla pelle dei diendenti?
    b.

  21. Era ora. Finalmente ci stiamo arrivando a capire che prima di aprire tutto il rubinetto, bisogna chiudere il buco sul fondo della vasca. Ora ci è arrivato anche Draghi (alleluia alleluia) e lo ha fatto direttamente dal pulpito del Parlamento europeo, ieri. IERI !!! Io lo dico da anni. ANNI !!!

    - Ma pensate che tal ninocasola43 mi dava dell’imbecille quando dicevo queste certezze. Per me certezze con tanto di esempi, per lui imbecillità. Vergogna !
    - Mi dava dell’imbecille senza mai pero’ nemmeno portare una sola alternativa, criticando e basta ! Vergogna !
    - Poi quando lo prendevo palesemente in castagna allora mi metteva in bocca parole e frasi che si inventava lui, tanto per volere avere ragione a tutti i costi. Vergogna !
    - E pretendeva pure rispetto. Vergogna !

    Eppure sono discorsi semplici, palesi, della carta del formaggio. Ma per qualcuno evidentemente troppo difficili !

    La vendetta è un piatto che si gusta freddo, vero ninocazzola ?

    Il fatto è che certa gente per far vedere che ci capisce, che è impegnata, che sa lei come, cosa, quanto e quando fare, per andare da Torino a Milano (140 km di autostrada dritta come un fuso) passa da Copenaghen !!! E poi si perde e sbaglia strada, si incazza, ti chiama e dice che la colpa è tua, quando tu sei artrivato da una settimana e lo…aspetti.

    E il prosciutto ?

  22. Fare un commento non serve assolutamente a nulla! sono pieni i giornali e i vari commenti come questo.
    La classe politica è incurante di questi commenti se ne strafotte.
    Lo dimostrano tutti i giorni con le loro folli azioni DIREI PROVOCATRICI come questa ennesima.
    Stati come la Danimarca I politici vanno in bicicletta!si riscaldano con solo 150 euro sfruttando i gas fognari. La nostra casta sono solo 4 gatti in confronto di tutti noi.
    La cosa grave è che ci lasciamo mettere sotto i piedi da questi ladri.
    SE non vengono prese serie decisioni attraverso uomini capaci continueranno inesorabilmente a derubarci buttando i nostri soldi in macchine blu e altro.
    Portandoci verso il disastro totale.
    E’ arrivato il tempo dell’ azione concreta.
    Ad esempio esistono forze sindacali! possibile che nessuno faccia qualcosa di concreto?
    Dove sono?Quali azioni intraprendono?
    Pensano anche loro di andare mettere il sedere su comode poltrone?
    Come hanno fatto tutti i vari capi?
    E’ora che tutti uniti ci si muova contro.
    Se continueremo su’ questa strada adremo verso la disfatta totale, è inevitabile.
    E la colpa sara’ solo nostra per mancanza di azioni.
    Tra pochi anni la stragrande maggioranza sara’ povera.
    Ci rendiamo conto oppure no?
    E’ ora di unirci e MUOVERSI.
    FRANCO

  23. niente non so cosa dire ci fanno pagare l’imu e loro si fanno i cazzi propri, politici di merda, voi non sapete che sognifica vivere con 1000 euro al mese pretendete di salvare l’italia… dovreste percepire voi 1000 euro al mese e alzarsi la mattina per comprarsi un pezzo di pane quando ti va bene…… che cazzo ne sapete voi seduti a dire solo parole parole e la gente muore….. tanto si alza monti e fa le manovre…. domani si alza un’altro e dice la sua, ed io pago…. insomma l’unica risposta e scappare dall’italia perche questa e una nazione senza futuro….. com si dice in sicilia futti futti dio perdona a tutti,……… buona fortuna a tutti e spero di scappare al piu presto da questo paese di merdaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa

  24. E’ semplicemente una vergogna, ci chiedede di fare sacrifici, pensionati,operai,impiegati….e loro cosa fanno: sig. Monti non si vergogna di tutto cio’ della decisione che avete adottato? Ci sono stati delle morti suicide per la perdita di lavoro, cassaintegrati giorno dopo giorno, tracciabilta’ sui miseri salario, e voi acquistate 400 auto blu, ma se ha un po’ di dignita’ se ne dovrebbe vergognare. Ma che dignita’ loro anno la faccia del muro di gomma.

  25. Auto blu e Consulenze.! Per le “auto blu”, il Ministrero dell’Economia ha il dovere di chiarire agli Italiani se la gara è stata promossa da questo o dal precedente governo.! Se è stata promossa da questo Governo, che dica quali sono state le reali necessità per aumentare, in modo iperbolico, il parco auto blu, in un momento in cui ogni spesa dovrebbe trovare giustificazione plausibile e non “creativa” come avveniva in passato.! Se è stata promossa dal precedente governo, dica le ragioni per cui la gara non possa essere sospesa, pagando magari le penalità dovute per mancato seguito.! Per le “consulenze”, è notizia di stamattina che il Comune di Reggio Calabria, nell’occhio del ciclone giudiziario, per precedenti irregolarità, ha assunto (al prezzo irrisorio di 47mila euro.!!!) un consulente per prestazioni probabilmente non dissimili da quelle riportate in articolo.! E’ da pensare che l’Italia sia diventata un vestito lacero a tal punto che, a rattopparlo, non si fa altro che aumentarne gli strappi in modo irreversibile.!!!

  26. pensate come possono sentirsi nell’ aldilà
    questi nostri ex politici “ONESTI”:
    De Gasperi, Togliatti, Pietro Nenni, Berlinguer, Pertini, Aldo Moro. Questi erano e saranno sempre riconosciuti come persone e politici ONESTI e rimarranno nella nostra storia e nelle nostre menti.
    Domanda: come li ricorderemo questi nostri attuali politici e/o politici banchieri trasformati in tecnici, che hanno portato il nostro paese in una situazioni in cui le persone si suicidano perche non riescono ad andare avanti, mentre loro pensano alle agendine (da gettare nei rifiuti), alle auto bleu, ecc. ecc.????????
    Con questa casta dopo la 2° querra dove saremmo finiti?

  27. Penso proprio chè in questo momento ho una rabbia a dosso non saprei come esprimerla in quanto, ( un esodato senza un reddito ), questi signori si prendono la briga di cambiare le AUTO BLU e noi marciamo con i sacrifici e fra lacrime e sangue? Merd………………………………………………………………………………….e.

  28. Franco, esiste anche l’Associazione per la tutela dei consumatori, ma dov’è sparita ? Cosa fà ? BOOOO !

    Hai ragione su tutto, ma proprio tutto.

    Io proponevo di andare in milioni a Roma, di sederci davanti alle porte del Parlamento e del Senato e di non lasciarli entrare. E se ci portano via in mille, ce ne sono altri centomila che si risiedono, sino a quando il capo dello stato non sarà costretto a indire nuove elezioni impedendo a TUTTA l’attuale classe politica di ripresentarsi e accettare solo facce nuove. Costi quel che costi e ci voglia il tempo che ci vuole !!!. Solo cosi’ li possiamo fermare, altrimenti continueranno a fare i loro interessi e i loro comodi, tanto noi abbaiamo e basta. E’ ORA DI MORDERE !!!

  29. Sono una persona di 60 e grazie a tutte le novità di questo governo non riesco a trovare lavoro. Sono giovane per la pensione e vecchio per trovare lavoro sono quasi due mesi che o fatto la domanda per la disoccupazione a requisiti ridotti e non o ancora avuto nessuna risposta e questi dopo tutte le prediche che anno fatto spendono dieci milioni di euro per le macchine blù. Fate schifo se fossi in voi mi nasconderei e non mi farei più vedere.

  30. Paul, Togliatti ? Ebbene sappi, ma stampatelo bene in testa, che a guerra finita, quando dopo un paio d’anni Stalin chiese all’Italia cosa se ne doveva fare di tutti gli Alpini Italiani prigionieri in Russia, Togliatti rispose: fatene quello che volete, ma non rimandateceli indietro. Furono uccisi tutti. TUTTI !!! Furono detti: dispersi !!! Questo era Togliatti.

  31. Come sempre chi paga di più è chi ha di meno. Gli aumenti delle tasse a noi entrano in vigore da “ieri” per i politici i tagli partiranno dalla prossima legislatura. E chi ci crede piu’. Sono solo bravi a far tirare la cinghia al popolo, ma la casta non si tocca. Quel famoso contributo di solidarieta’ del 5% e 10% ?….. visto che i ricchi piangono…..non se ne fa piu’ nulla. Una volta “un famoso politico” proclamava di tenere il popolo povero e bastonato…….! Oggi i politici tutti d’accordo proclamano che il popolo deve essere povero e tassato..! allora aumentiamo la benzina, le tasse sulla casa, le tasse sui rifiuti. E dimagrisce la busta paga. la nostra!!! Non la loro….. la loro forse dalla prossima legislatura…….E le auto blu? Altre ancora, perchè quelle che ci sono non bastano a portare alla partita o fare la spesa o altro tutti i politici. Anche il loro numero doveva diminuire…….quando? alla fine quello che diminuisce e’ solo il nostro stipendio……che schifo!

  32. ma di fronte a questo continuo ladrocinio, perchè il signor Napolitano e il signor Monti non fanno seriamente qualcosa , invece di continuare a lavarsi la bocca con la necessità di sacrifici per il bene dell’Italia, sacrifici e tasse sempre peraltro a carico degli altri, mai che pensino di ridursi anche di pooco le loro laute prebende che ci rubano continuamente !!! Perchè mai i vari funzionari ministeriali autori di cotanto scempio, non vengono mai puniti, ma anzi promossi !!! E’ veramente uno schifo che ci fa vergognare di avere questi governanti !!!
    Giuseppe Corradi

  33. Napolitano nel suo discorso ha difeso la politica. Ci vuole altro che la rivoluzione per tutti questi farabutti di ogni colore di partito. Se la sghignazzano sotto i nostri occhi prendendoci bellamente per i fondelli e, finchè ce ne staremo tranquilli,sbottando e nient’altro, i politici proseguiranno a fare i loro porci comodi. Farabutti e nient’altro.

  34. Poverini, ma fanno proprio pena questi politici, in cinque minuti hanno preso decisioni importanti per rovinare gli italiani, invece per loro nessuno può decidere di mandarli a casa. Grazie Presidente Monti sei uguale agli altri, anzi peggio hai fatto un golpe e nessuno osa dire nulla.

  35. Discorso di Monti: non solo riforme, l’Ue deve investire sulla crescita
    Il premier a Bruxelles: più domanda senza scorciatoie keynesiane. Realizzare in tempi brevi agenda strategica per lo sviluppo

    CRISI Draghi: le tasse non bastano
    Il presidente della Bce: “Servono urgenti misure per la crescita”

    Bruxelles, 26 apr. (TMNews) – L’Europa deve perseguire con decisione delle politiche di crescita, non solo attraverso le riforme strutturali, ma anche salvaguardando gli investimenti produttivi che creano domanda e generano crescita per il futuro, senza però illudersi con le ‘scorciatorie keynesiane’ del ‘deficit spending’ e delle politiche espansionistiche orientato al consumo, ma continuando a rispettare rigorsamente la disciplina di bilancio acquisita con il ‘Fiscal Compact’. E’ quanto ha detto il premier Mario Monti, oggi a Bruxelles allo European Business Summit.

    Monti ha anche ribadito la sua vecchia idea di contabilizzare la spesa per alcune ben definite categorie di investimenti produttivi in modo diverso dalla spesa corrente nei bilanci nazionali (con l’obiettivo di tenerla fuori dai limiti del Patto di stabilità dell’Eurizona).

    “Bisogna evitare – ha sottolineato il premier – le illusioni delle scorciatoie verso la crescita, come le vecchie politiche keynesiane per stimolare la attraverso politiche espansive, che andrebbero contro il Fiscal Compact e non produrrebbero benefici per le nostre economie. L’Italia è uno dei paesi che sta spiegando sforzi giganteschi politici, sociali ed economici per conseguire il pareggio di bilancio nel 2013 e un avanzo primario al 5% del Pil. Questo significa che rigettiamo le politiche della crescita generata dal deficit pubblico, le politiche effimere del ‘deficit spending’”.

    “Ma non bisogna dimenticare – ha aggiunto Monti – che le riforme strutturali di per sé non generano mai crescita, se non c’è domanda. Le nostre misure strutturali e misure di consolidamento sono deflazioniste, non creano crescita automaticamente. Abbiamo bisogno della domanda, altrimenti la crescita non si materializza. Per questo, dobbiamo salvaguardare certe categorie di spesa che creano domanda oggi e generano crescita per il futuro. Non è il caso per spesa corrente e i consumi, ma lo è ad esempio per le infrastrutture transfrontaliere e interne, con investimenti sia pubblici che privati. Dobbiamo evitare che fra due o tre anni la disciplina finanziaria finisca ingloriosamente, come accadde con il Patto di stabilità nel 2003 (quando Geramnia e Francia, che lo avevano violato, chiesero e ottennero di ‘anmmorbidirlo’, ndr)”.

    “Guardiamo con impazienza – ha proseguito il presidente del Consiglio – a nuovi strumenti europei per generare crescita, come il sostegno della Banca europea degli investimenti per le infrastrutture trasfrontaliere, ma anche un trattamento appropriato degli investimenti nei conti pubblici interni dei paesi membri, non come via di eludere la disciplina di bilancio, ma per renderle veramente sostenibile nel medio termine”. Su questo terreno, ha osservato, “l’Italia è molto impegnata, con il sostegno dei tre gruppi politici tradizionali che prima a malapena si parlavano fra loro. Ora ci sostengono insieme”.

    “Accogliamo con favore – ha detto ancora Monti – il più forte accento che altri stanno mettendo sulla crescita, e dovremo lavorare ora molto rapidamente in vista di un’agenda strategica per la crescita che non sia in conflitto con la disciplina di bilancio, che è un’acquisizione – ha concluso – molto importante per l’Europa”.

    Bene, ma dalle parole non passeranno mai ai fatti e non ho letto nemmeno un accenno all’abbassamento dei costi per lasciare in tasca alla gente dei soldi in piu’ da spendere e fare girare il commercio e l’economia. Anzi ha detto che non è il caso per i consumi. Ma secondo lui la crescita economica da cosa è data ? Se aumentano e riprendono i consumi, anche le aziende riprendono a produrre e a lavorare, generando la ripresa economica e assumendo la gente. Lo Stato incasserebbe di piu’ pur facendo pagare meno tasse.

    Per il Deficit Spending ha ragione, ora non è piu’ sostenibile, ma non vara manovre di contenimento dei costi e Draghi lo ha bacchettato solo ieri. Ma non si ascoltano a vicenda o peggio, non si capiscono ?

  36. ormai e appurato che e una vergogna . pensare che 3 anni fa prendevo in busta paga 1200,00euro e ancora oggi prendo lo stesso stipendio ,sempre 3 anni fa mettevo benzina con 10 euro avevo lt 8 oggi con le 10 euro ne metto 4 lt ,io a momenti non ce la faccio ad affrontare le giornate e loro spendono a spese nostre (guardare il segretario della margherita e anche la lega )e anno il coraggio di comprare le auto blu?da parte mia dovremmo partire tutti da 0 e forse il popolo italiano incomincia a pagare le tasse altrimenti mai e poi mai nessuno riuscira a pagare le tasse . cmq alla fine le auto blu vengono comprate con le tasse che noi paghiamo .scusate per il modo come o scritto ma volevo anche io dire la mia

  37. Scendono i salari, sale il costo del lavoro. Italia a rischio di “corto circuito rigore/crescita”
    Stipendi erosi dalle tasse e altri balzelli del fisco rischiano di aggravare il male anziché esserne la cura: la recessione indotta compromette la ripresa economica dissolvendo la metà dei fondi drenati con la manovra di riequilibrio. I dati Ocse e il monito dalla Corte dei Conti
    Pubblicato il 26/04/12 in Tasse| TAGS: redditi, salari, tasse, fisco

    leggi l’articolo Nel mirino del Fisco anche le telefonate dei cittadini
    Gli operatori dovranno comunicare all’Agenzia delle Entrate i dati sul traffico e i contratti telefonici dei contribuenti. Nel rispetto della privacy
    LAVORO Disoccupazione record: balza al 31,9% quella giovanile
    Non si arresta l’emorragia di posti di lavoro in Italia. Per i giovani è al massimo storico: senza lavoro oltre un giovane su tre
    I dati sui salari diffusi dall’Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico nel suo rapporto annuale ‘Taxing wages’ fotografano un’Italia in gravi difficoltà. Il nostro Paese si colloca al 23esimo posto della classifica dei salari medi netti nell’area Ocse che, ricordiamo, contempla 34 Paesi, tra i quali figurano anche Cile, Messico, Turchia, Slovenia, Polonia…

    Gli stipendi del Belpaese risultano più bassi di quelli di Spagna e di tutti i big dell’Unione europea.
    Un single italiano senza figli a carico lo scorso anno in Italia ha avuto un salario netto in media di 25.160 dollari (circa 19.150 euro). In Spagna avrebbe percepito 27.741 dollari (21.110 euro) e di più in tutti gli altri grandi Paesi dell’Unione europea.
    E non è tutto. Il peso delle tasse sui salari aumenta, piazzando l’Italia al sesta posizione per incremento del cosiddetto cuneo fiscale, la variazione tra l’onere del costo del lavoro (tasse e contributi sociali) e il reddito effettivo percepito dal lavoratore, che drena gli stipendi di oltre il 47,6% nel 2011.

    Il rapporto Ocse mette in risalto che l’inasprimento del peso fiscale sulle retribuzioni nel 2011 ha riguardato 26 Paesi sui 34 dell’Organizzazione, dove si posiziona al 35,3%, a fronte di una media europea del 41,5%.
    Se si considerano i capofamiglia di famiglie monoreddito con due figli, il primo posto spetta alla Francia (40,3%), il secondo al Belgio e il terzo all’Italia (38,6% del salario medio) ( in questo caso la media Ocse è pari al 25,4%).
    Salari bassi e oneri fiscali alle stelle: un mix pericoloso, che schiaccia i consumi e impoverisce le famigile.

    L’allarme giunge anche dalla Corte dei Conti il cui presidente, Luigi Giampaolino, dichiara che è necessario “liberare per quanto possibile risorse per aumentare gli investimenti e ridurre in misura sostanziosa il cuneo fiscale”. La critica dei magistrati contabili si è manifestata anche in merito al Documento di Economia e Finanzia (Def 2012-2015), che prevede il pareggio di bilancio nel 2013: la cura di tasse del governo ha innescato un meccanismo che, complici anche le leggi europee, rischia di sprofondare l’Italia nella recessione più nera, con il “pericolo di un corto circuito rigore-crescita”. Sositene Giampaolino: “La ristrettezza dei margini temporali, imposti dalle intese europee, complica la realizzabilità di una strategia di politica economica nella quale si compongano le esigenze di riequilibrio del bilancio con quelle della ripresa economica”.
    E ancora “Prendendo a riferimento il 2013, l’anno del pareggio, si può calcolare che l’effetto recessivo indotto dissolverebbe circa la metà dei 75 miliardi di correzione netta attribuiti alla manovra di riequilibrio”.

  38. ninocasola, è ora di farsi sentire. Illuminaci adesso con le tue immense cagate. Ricordi quando mi davi dell’imbecille perchè postavo la metafora del Buco nella vasca ? Ricordiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii

  39. Ma smettila di manipolare gli altri!!!
    Sei sempre il solito MALEDUCATO!!!
    Doma un po’ il FASCISMO che è in te!!!!
    Cafone BERLUSCONIAN-LEGHISTA!!!
    Che cosa avevi detto prima degli altri???
    Che sei stato cretino per una vita???
    Fino a poco tempo fa???
    Ma smettila che sei ROMPICOGLIONI!!!

  40. Signor Giuseppe Parascandolo, non è insultando il Matteo che può cambiare la situazione … Il PD ha colpe notevoli in quanto assieme ai sindacati ha sempre fatto quadrato e i tagli alla spesa pubblica hanno di fatto costato ai Berluscones un sacco di grane! Ora il PD col PDL ed il terzo polo sono tutti e 3 a sostegno del governo Monti e la finta sinistra del PD ed i finti sindacati della triplice hanno di fatto gettato la maschera e ciò che si legge oggi sul loro volto non è certo piacevole! Si legge “dittatura statalista e romanocentrica” caro signor Pescandolo! Ciò è insindacabile e glielo lo dice uno che non è leghista ne di dx o sx. Io oggi voterei l’antipolitica più pura cioè per M5S!

  41. Parascandolo, devo forse ricordarti che anche tu mi sfottevi volgarmente e arrogantemente quando facevo l’elementare esempio del buco nella vasca e tu deliravi di fascismo, piazzale Loreto, sfruttatori del popolo, ladri, evasori fiscali e via dicendo? Non te lo VUOI ricordare vero? Fai pena anche tu come il tuo compare che a quanto si legge nei blog andando indietro di almeno 4 anni, non ce n’è uno che lo stimi e non ce n’è uno che stimi nemmeno te. Il vostro difetto? Non vedere oltre al vostro naso e alla vostra ideologia !

    Vai anche tu a comperare il prosciutto che forse, forse, è l’unica cosa che sai fare. E ricordati quello che dicono di te i tuoi colleghi di lavoro…!

  42. Caro Antonio, benvenuto nel mondo di quelli che cocciutamente non cambiano opinione nemmeno se vedessero il Papa farsi Madre Teresa di Calcutta. Parascandolo e ninocasola (che non si fà piu’ sentire e io credo che fosse lo stesso Parascandolo a postare con due nomi per farsi forza da solo) sono fatti cosi’. Persone che io definisco ottusangole. Gli puoi spiegare le cose per cento volte per poi accorgerti che devi ricominciare da capo. Deprimente.

    Anch’io sovente ho postato delle emerite cazzate, ma l’ho sempre riconosciuto. Loro non lo faranno mai, al punto di fare come ninocasola, di rivoltare il discorso e di mettermi in bocca quello che lui voleva che io dicessi, pur di darmi contro e pur di avere ragione a prescindere.

    Ora hai conosciuto Parascandolo e la sua veemenza. E’ in grado solo di insultare e di fare dei bei copia-incolla spacciandoli per suoi o non sapendo nemmeno commentarli.

    Auguri

  43. Ma smettila di manipolare gli altri!!!
    Sei sempre il solito MALEDUCATO!!!
    Doma un po’ il FASCISMO che è in te!!!!
    Cafone BERLUSCONIAN-LEGHISTA!!!
    Che cosa avevi detto prima degli altri???
    Che sei stato cretino per una vita???
    Fino a poco tempo fa???
    Ma smettila che sei ROMPICOGLIONI!!!

    Scritto da: Giuseppe Parascandolo | 26.04.2012
    __________________________________

    Maleducato ?!?

  44. Si Matteo sta tranquillo … forse non abbiamo le stesse idee sulla politica ma so bene la differenza tra una persona ragionevole e saggia e i tipi come Parascandolo che purtroppo si trovano in tutti i partiti politici (soprattutto nei partiti “moderati” come il PD, il PDL o il Terzo Polo!) … vivono nel divisionismo mentale perenne in quanto loro sono il bene e gli altri sono il male assoluto per esempio …

    tu sei leghista? = fascista xenofobo razzista ignorante eccetera!

    tu sei del movimento 5 stelle? allora sei demagogo populista sfascista ignorante eccetera!

    Sei di rifondazione comunista? allora sei fancazzista, fanatico, credi nei complotti massonici e mangi i bimbi, e ovviamente sei anche tu ignorante eccetera!

    Caro Matteo sono persone dotate di un livello di coscienza bassissimo … autentici patela vache!

    L’importante che io e te e la maggior parte delle persone oneste indipendentemente dal credo politico ritroviamo al più presto una unità d’intenti contro un governo di banchieri e proffessorucci imbranati sostenuto da politici ABC ladri e corrotti. Spero sarai daccordo con me!

  45. Meno male che è arrivato chi , in buona sostanza, non esprime nessuna idea!!!
    Livello di coscienza???
    Io sono un salariato, con un po’ di cultura,
    mai stato moderato e l’ho sempre pagato!!!
    Sempre contro i potenti e a difesa dei deboli!!
    Tu, antonio, ti qualifichi… come cosa????
    Di destra o di sinistra???
    Probabilmente uno che apre la bocca, pensando di essere saggio???
    Ma che dici, cosa pensi, come ti schieri???
    Sembri un DEMOCRISTIANO vecchia maniera!!!

  46. Allora caro Signor Parascandolo se l’è tirata addosso facciamo un po’ di chiarimenti:

    “Meno male che è arrivato chi , in buona sostanza, non esprime nessuna idea!!!”
    Se leggeva i miei post precedenti si capisce chiaramente che sono contro il governo Monti, che sono un redskin che vota M5S, antinazionalista (come tutti i redskin) e per il federalismo e autonomismo dei popoli. Sono notav e auspico l’europa dei popoli più che l’europa delle nazioni! L’ontologia del mio pensiero è quindi redskin cioè noglobal nomonti notav e marxista!

    “Livello di coscienza???”
    Io sono un salariato, con un po’ di cultura,
    mai stato moderato e l’ho sempre pagato!!!
    Sempre contro i potenti e a difesa dei deboli!!”
    Ma mi faccia il piacere chi crede di essere SUPERMAN? Lei è solo uno dei tanti esaltati che rovinano la piazza … spero non le venga in mente di iscriversi al movimento 5 stelle perchè noi siamo un movimento di gente incazzata si ma solo con i politici non con la gente normale che scrive nei forum. Si riappacifichi con se stesso e col mondo che le sta attorno e impari a dialogare in silenzio con la voce della sua coscienza prima di fare il donchisciotte da 4 soldi! Perchè c’è sempre qualcuno migliore di noi … se lo ricordi bene!

    “Tu, antonio, ti qualifichi… come cosa????
    Di destra o di sinistra???”
    di sinistra … te lo detto 1000 volte mentre nessuno ha capito te per chi sei … PD? UDC? PDL? FLI? almeno dal tono sembreresti uno di loro …

    Probabilmente uno che apre la bocca, pensando di essere saggio???
    Ma che dici, cosa pensi, come ti schieri???
    Sembri un DEMOCRISTIANO vecchia maniera!!!
    Democristiano a me è un insulto insopportabile … lo credo bene che col suo caratteraccio sostiene di averla sempre pagata … finirà che se non si calma a dargliele di santa ragione sarà il suo stesso segretario di partito … non è così che si sta al mondo … impari a vivere e prima di giudicare gli altri impari a giudicare se stesso, se non è in grado di dominare i suoi impulsi consulti al più presto uno psicologo.
    Cerea

  47. cari politici, mi chiedo dove vanno a finire tutti i soldi che ci prendete dalle tasche,tasse su tasse e ancora tasse e se non sono tasse ci assomigliano.!!!!!!!! e ancora non ne avete abbastanza.!!!!!!!!!ma tutti questi soldi e quelli che recuperate dagli evasori ecc. dove vanno a finire???? se non si vede alcun miglioramento????? o con questi soldi vi aumentate gli stipendi???? o vi prendete altre macchine blu per andare a vedere la partita o portare le vostre signore a spasso???. perchè non provate a dare l’esempio voi e rinunciare a qualcosa invece che le rinuncie spettano solo a noi? perche’ non cominciare a mandare a casa per anzianita’ (!!!!!!!) i senatori a vita che stanno a mangiare a ufo?????? che tanto lo stipendio lo hanno preso bello grasso!!!!!. e perchè da subito non cominciate a non nominare piu’ alcun senatore a vita. ben sette a ogni legislatura!!!!!! che schifo altri sette da pagare a far niente.

  48. E allora, caro antonio, siamo molto piu’ vicini di quanto pensassimo!!!
    Noglobal,no-tav,marxista…no-Parascandolo…
    come vedi siamo gemelli…
    Il mio segretario???
    E chi sarebbe???
    Nemmeno io sono segretario di me stesso, come hai ben “DIAGNOSTICATO”.
    Un incazato???
    Certo…un anarchico???
    Quasi!!!
    Come lo sei tu MARXISTA e molto anti-sistema, ma con l’esigenza di trovare mediazioni con chi dovrebbe esserci piu’ vicino, sul piano del pensiero e delle scelte sul CHE FARE???
    Tema molto caro a LENIN???
    Non ti pare???
    Cosa fare e con chi???
    Le masse, innanzitutto, ma con quali dirigenti e che non siano al servizio della FRAUDOLENTA borghesia???
    Queste sono le risposte a cui dovremmo UBBIDIRE per essere RAZIONALI!!!

  49. Volentieri pubblico l’intervento di Giulietto Chiesa :
    ===========================================

    Indice della protervia

    Scritto da Giulietto Chiesa
    Lunedì 23 Aprile 2012 16:01

    Nella pausa che divide questo post dal precedente è accaduto quello che prevedo da tempo: la ricetta Monti proprio non funziona.
    Non funziona perché lo spread è l’indice della protervia dei “proprietari universali”.

    E questi non prevedono limiti al loro potere. L’offensiva che hanno scatenato contro i popoli (contro quello americano come contro quelli europei) è un tentativo di cambiare epoca.

    Cambiare epoca vuol dire cancellare il patto sociale che ha contraddistinto l’Europa in questi ultimi 50 anni. E vuol dire trasferire definitivamente il potere in luoghi non eletti da nessuno e impenetrabili a ogni controllo democratico.

    La ricetta Monti non funziona, e lo si vedrà prestissimo, quando sarà chiaro a decine di milioni di persone che non ci sarà crescita.

    Perché? Perché i nemici, i nostri nemici, sono molto forti. Chi sono i nostri nemici?

    Citerò Eugenio Scalfari (anche se mi sembra che affastelli cose non del tutto omogenee) , così nessuno potrà dire che sono anti-americano: “I falchi della Bundesbank in Germania,(Questo è indirizzato a Matteo e ai suoi “epigoni”,allorchè ci fu la polemica sulle COMPETENZE delle vecchie banche centrali e sulla BCE) l’establishment bancario di Wall Street e Londra, il Partito Repubblicano in USA” . Il problema (logico) è che Scalfari sostiene Monti, senza accorgersi che Monti è l’uomo che è stato messo al posto in cui è proprio da quei nemici. E dunque chiedere a Monti di fare qualcosa per tagliare le unghie a quei nemici è come chiedere al leone di non mangiare l’antilope che sta a portata di zampa.

    Noi che cosa possiamo fare? Il quadro politico non offre nulla a chi voglia mutare il corso delle cose. Dunque non ci resta che proporci l’impossibile: cambiare radicalmente questo quadro politico. Questa cosa – di cui vedo tutta la difficoltà – la si potrà fare solo alzando il livello dello scontro sociale nel paese.

    E questo lo si potrà fare solo unendo le forze (che ci sono) attualmente divise in dieci o cento rivoli diversi. E’ uno di quei rari momenti in cui – mentre le oligarchie sono nel panico e nel marasma – il popolo potrebbe dire la sua. Potrà farlo, senza diventare preda del demagogo di turno, solo se avrà una guida responsabile, forte, e decisa a difendere almeno quello che resta della democrazia.

  50. Copio-incollo da “Il Retroscena”:

    Gli indicatori che in questi giorni segnalano diffusamente un netto calo di consensi per Mario Monti, rappresentano solo le avvisaglie di quello che appare un sentiment più profondo e tutt’ora in evoluzione. Un fenomeno che sembra destinato – se non cambierà lo scenario – a deflagrare entro pochi mesi, con un vero e proprio crollo verticale della fiducia nei confronti del Premier.

    Quel “Patto con gli italiani” a rischio. La causa sembra essere la rottura di quel “contratto fiduciario” che era stato sottoscritto dagli italiani e dal Presidente del Consiglio all’inizio del suo mandato. Un contratto che basava la proprie radici sul profilo di “responsabilità” che la figura di Monti ispirava nel Paese, dopo la chiamata a Palazzo Chigi, in una fase turbolenta. Un’ immagine emersa subito -a contrasto- dalla differenza stridente con la fase politica precedente. A questo nuovo Governo, gli italiani avevano concesso un elevato livello di fiducia che, superficialmente, sembrava aver superato indenne anche la dura manovra economica di dicembre. Ma, più in profondità, proprio a partire da quel momento, avevano iniziato a rilevarsi nei sondaggi, i primi segnali di insoddisfazione nell’opinione pubblica. E non si riferivano ai sacrifici richiesti in generale dalla manovra economica, che rientravano invece nella consapevole disponibilità di quel “contratto fiduciario”, rappresentandone “il conferimento” da parte dei cittadini.

    Il Governo stretto tra lobby e patrimoni intoccabili. Il problema riguardava invece la percezione di una azione di Governo poco equilibrata e, in qualche modo, incoerente con i messaggi diffusi al momento dell’insediamento. Dunque non il quanto, ma il chi. In questo senso, fra gli altri, due elementi contribuirono a generare questa impressione: la sostanziale retromarcia del Governo, sotto la spinta delle lobby contro le liberalizzazioni e, sul versante fiscale, l’indisponibilità all’adozione di provvedimenti fiscali più aggressivi verso i grandi patrimoni. Due scelte evocative, poco gradite ai cittadini, che sembravano indicare quasi una direttrice non dichiarata nell’operato del Governo, indebolendo le aspettative di segno opposto.

    Gli italiani “abbandonati”. Ma l’elemento che forse aiuta a capire meglio, quale sia la natura del mutamento in corso nell’opinione pubblica italiana, è probabilmente la recente vicenda dei cosiddetti esodati. L’immagine di un Governo di esperti, tecnici della materia, che avrebbe “abbandonato” (forse scientemente, forse per un errore –inescusabile in entrambe i casi-) alcune fasce di cittadini, in un limbo senza apparenti vie d’uscita, continua a destare enorme impressione. E “abbandono” è forse la parola chiave, per spiegare al meglio lo stato d’animo di buona parte dei cittadini di fronte alle durezze imposte dalla crisi e dalla sensazione diffusa di mancanza di assistenza da parte dello Stato.

    Un costo sociale troppo elevato. Per la prima volta, si iniziano ad associare al Governo giudizi assolutamente inaspettati, fino a poco tempo fa, come quello di aver compiuto -proprio nella vicenda degli esodati- “un’azione irresponsabile”. Pesa su questo giudizio, un’imputazione profonda, che chiama in causa il Governo sui drammi sociali e umani di questa crisi. La delusione nasce dal fatto che -seppur a fronte dei sacrifici accettati- gli italiani si aspettavano da Monti almeno la media diligenza verso le categorie più deboli ed esposte. Ad esempio, attraverso tutele, paracadute e fondi speciali per salvare i più colpiti, dall’abisso. Invece, attualmente sussiste l’impressione esattamente contraria, il si salvi chi può, l’abbandono a se stessi, appunto. I suicidi degli imprenditori che non trovano un accesso al credito, il numero impressionante di giovani senza occupazione, le migliaia di persone che stanno perdendo il lavoro, shoccano l’opinione pubblica, perché rappresentano un costo sociale troppo elevato per la cura del sistema Paese. Si diffonde la percezione che il Governo non sembri ritenere questi drammi sociali e umani una priorità. Ecco dunque, che si fa strada questa imputazione di “irresponsabilità” per il Governo, per non aver distribuito i sacrifici in maniera equa prima e per aver esposto ad uno contesto devastante, intere categorie di cittadini senza predisporre una qualche forma di protezione di salvagente, lasciandoli in balia della corrente.

    Aggiungo io: e nemmeno Monti è riuscito a fermare i rimborsi elettorali ad personam saliti addirittura da 50 a 150 mila euro, malgrado il putiferio in atto. Nemmeno è riuscito a mettere mano agli sprechi, agli sperperi e ai privilergi che sono aumentati anche quelli. Le auto blu sono già pronte per aumentare di 400 unità per 10 milioni di euro.
    I giornalisti cercano di intervistare i vari Giargia, Cicchitto, Brunetta e altri che nemmeno rispondono e tirano dritto come se il giornalista fosse un fastidioso calabrone che li inopportuna.
    Le Province non sono state toccate. Gli inutili uffici regionali all’estero non sono stati toccati. Le consulenze milionarie non sono state toccate. Le Lobby non sono state toccate. Le liberalizzazioni non sono state fatte. Le dismissioni non sono state fatte. Lo Stato continua a fare affari sbagliati e in perdita, quando degli affari proprio non se ne deve interessare.
    In compenso sono stati e saranno molto bravi a mettere tasse su tasse.

    Altro che consenso, LEGNATE !!!

  51. Cosa fare e con chi???
    Le masse, innanzitutto, ma con quali dirigenti e che non siano al servizio della FRAUDOLENTA borghesia???
    Queste sono le risposte a cui dovremmo UBBIDIRE per essere RAZIONALI!!!

    Scritto da: Giuseppe Parascandolo | 28.04.2012
    __________________________________

    Parascasndolo, ma tu sei scemo dalla nascita o lo sei diventato? Come al solito vuoi lavorare sugli effetti invece che sulle cause.
    Tu per tutelare il lavoro cosa fai? Dai addosso a quelli che il lavoro lo offrono! Sublime.

    Io sono tendenzialmente di destra, ma Antonio con te ha straragione da vendere, anche se non condivido alcune sue idee di intransigenza, pensando al coinvolgimento globale di oggi, per non tornare all’epoca dei Comuni con i castelli con le mura merlate e al “cedere lu passo”.

  52. “I falchi della Bundesbank in Germania,(Questo è indirizzato a Matteo e ai suoi “epigoni”,allorchè ci fu la polemica sulle COMPETENZE delle vecchie banche centrali e sulla BCE). Parascasndolo 30.04.2012
    _________________________________

    Ragazzi, ma questo è scemo veramente. Non ha capito una sega di niente dei miei vecchi interventi e si vede, prima insulta e basta e ora dà la conferma della sua infermnità mentale. Hannibal the cannibal era piu’ sveglio e moderato. hahahahahahahahaha pistolaaaaaaaaa !!!

  53. Ma vi rendete conto che Bossi ha confermato che si ricandiderà alla guida della Lega e che lo fà in nome del popolo? E Maroni si è dimostrato uno yes-man che nel momento cruciale in cui poteva veramente dare una spallata al marcio nella Lega (in nome e per rispetto dell’intelligenze degli Italiani !!!), ha abbasasto la testa a Bossi e gli ha offerto il culo già bello e lubrificato. A questo punto anche lui ha i suoi sporchi interessi e le suwe sono solo frasi a effetto per il popolo bue.

  54. Hei ragazzi, non passa giorno che ormai non ne venga fuori una nuova. Penati, Lusi, Belsito, Bossi, il Trota, Vendola, Fini, Rutelli, vuoi vedere che la Magistratura ne ha anche lei piene le palle e ora fà un vero ripulisti bipartisan ? Sarebbe anche ora !!!

  55. Parascandolo, lo scemo è colui che pensa che scemi siano gli altri.

    PROSCIUTTOOOOOOOOOOOOOOOOOO……………………UTTO ATTO ETTO ITTO OTTOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO

    COMPLIMENTI PER LA TUA BUONA EDUCAZIONE DA SCARICATORE DI PORTO UBRIACO E DROGATO, E’ UN PIACERE DIALOGARE CON TE, SAI ASCOLTARE E MOTIVARE CON DOVIZIA I TUOI PENSIERI.

    FAI RIDERE ANCHE GLI STUPIDI

  56. Ragazzi, ma questo è scemo veramente. Non ha capito una sega di niente dei miei vecchi interventi e si vede, prima insulta e basta e ora dà la conferma della sua infermnità mentale. Hannibal the cannibal era piu’ sveglio e moderato. hahahahahahahahaha pistolaaaaaaaaa !!!

    Scritto da: Matteo | 02.05.2012

    Ergo, secondo la tua ultimissima affermazione lo scemmo sei tu!!!
    Io ho sempre detto che gli scemi sono quelli che, non avendo nulla da dividere con i Berlusconi vari, nemmeno in senso opportunistico, si lasciano raggirare da
    questi venditori di fumo, abili mercanti…
    L’opportunista, invece, pur se non ne condivido la motivazione MORALE , ha una sua ragion d’essere in senso EGOISTICO:
    Un operaio o un precario con la schiena dritta e che vota per Berlusocni…è uno stupido, perchè si lascia incantare dall’AFFABULATORE senza essere capace di
    DECODIFICARE i messaggi, anche quelli SUBLIMINALI, per mancanza di cultura innanzitutto!!!

  57. Aggiungo, sempre come riflesso condizonato, e non è la prima volta, che quando parlo di BORGHESIA FRAUDOLENTA, Matteo va’ in VISIBILIO…sentendosi toccato nel profondo,
    identificandosi con Il Borghese e per giunta fraudolento perchè OVVIAMENTE ha accumulato, se non in prima persona, ma in modo indiretto come erede,ricchezze sul CLASSICO sfruttamento del lavoro OPERAIO che i borghesi “OFFRONO” (strana teoria economica…dovro’ cercarla, accuratamente,nel manuale di: STORIA DELLE DOTTRINE ECONOMICHE scritte dal Matteo edizioni….vattelapesca)…

  58. A parte il fatto che si dice comunemente cerc o e offro lavoro, per il resto sei sempre stato un povero scemo e continui a confermarlo. Poi vai pure a quel paese, te l’ho detto mille volte.
    Come mai non posti piu’ come ninocasola? Ti brucia essere stato scoperto? hahaha buffone

  59. Nel linguaggio corrente offro e cerco…
    certo, ma nel linguaggio politico-economico,
    è maniacale e arrogante, tipico dei modelli culturali della DESTRA padronale: tanto bellini e tanto generosi,che OFFRONO… verso cui scappellarsi, come si faceva nel MEDIOEVO (VASSALLAGIO).
    La non ipocrisia vuole: vendere capacita’ lavorativa e comperare la stessa …con tutto quanto comporta in materia di SALARI-PREZZI – PROFITTI..
    ninocasola…che saluto con STIMA e con AFFETTO da questo blog…
    evidentemente si è rotto le palle e stanne sicuro che non siamo la stessa persona…
    Io mi firmo con coraggio e senza INFINGIMENTI tu, invece, hai bisogno di NASCONDERTI???
    Io sono un MARXISTA e senza paura con i miei INFINITI difetti, ma con la solita
    FRANCHEZZA !!!
    Hai scoperto????
    Nemmeno i libri aperti, come lo sono io, riesci a capire???

  60. La non ipocrisia vuole: vendere capacita’ lavorativa e comperare la stessa …con tutto quanto comporta in materia di SALARI-PREZZI – PROFITTI..(Parascandolo 03.05.2012
    ____________________________________

    Non riesco a crederci. Dici vendere e comperare…
    Domanda e Offerta. OFFERTA. Si offre un bene, un servizio o un posto di lavoro a chi ne fà domanda, richiesta. L’offerta è sempore in base alla domanda o a determinate esigenze. Offro lavoro e cerco lavoro. Non compero un lavoro, lo cerco. Non vendo un lavoro, lo offro.

    Lo capisci o te lo si deve spiegare? Oppure pur di contraddirmi sei disposto a fare queste figure di merda ?

    Ma stai zitto che è meglio…

  61. Ma tu hai capito che il tempo per la mediazione capitale-lavoro…sta saltando
    e la crisi è sistemica???
    I vecchi tromboni del padronato: Marchionne in primis, devono cacciare l’intero malloppo
    se vogliamo una societa’ INCLUSIVA ed abbattere privilegi non solo dei politicanti che sono i rappresentanti del popolo degli evasori e che ha spostato la ricchezza sempre piu’ nelle mani di pochissimi, ma dell’intera BORGHESIA FRAUDOLENTA…
    se tu non sei fraudolento…incomincia a metterti in discussione e non dire stupidaggini PRATICO/TEORICHE sui lavoratori che rubano…sono SCIMITA’ che non ti sono concesse se non per difendere
    ORTICELLI personali e maleodoranti che
    RAPPRESENTANO soltanto la manipolazione
    sconcia della REALTA’!!!
    La tua intelligenza che contrabbandi sempre
    in nome di visioni distaccate, sono soltanto CONTRADDIZIONI inconciliabili sul piano scientifico/razionale!!!
    Tu…obbedisci soltanto alla TUA MATERIALITA’ elaborando principi OPPORTUNISTICI, ma per niente UNIVERSALISTICI!!!!
    Dimostri, in questo modo, che le tre lauree
    hanno lo stesso valore legale e culturale
    delle lauree del Trota!!!
    E, siccome, in tutta onesta’ e coscinza, non penso che tu sia stupido come il figlio di U. Bossi…non hai nessun diritto
    di sparare CAZZATE!!!
    Fa parte della VECCHIA POLITICA voluta dal
    venditore di fumo Silvio Berlusconi: Il Mafioso d’Italia che non riesci MINIMAMENTE a ghigliottinare nel tuo profondo!!!
    Altro che Provenzano o Riina: dilettanti
    mafioncelli dell’OTTOCENTO romantico!!!
    Oggi il pericoloso giornale SOVVERSIVO
    L’Europeo, IN PRIMA PAGINA, titolava:
    a vent’anni dall’assassinio di Falcone e Borsellino…il potere delle cosche è al NORD!!!
    Sveglia!!!!
    Ed aggiungo IL CAPO DEI CAPI è Silvio Berlusconi!!!
    Tu come ti metti…oltre alle risposte, pur ovvie e banali, rispetto ai miei ATTACCHI donchisciotteschi, come critica antonio su questo blog, ignorando si’ la polemica storica tra me, ninocasola ed aggiungo Saviano nei confronti della Mafia
    spostatosi al NORD e dei suoi processi di ACCUMULAZIONE capitalistica PRIMITIVA???
    E’ troppo facile GLISSARE su tematiche da
    “SUPERMAN” direbbe antonio che, come Marxista,dovrebbe tenere ben presente, nelle sue VALUTAZIONI, per capire come si muove il MONDO!!!

  62. Nella impostazione marxiana, che tu non conosci MINIMAMENTE, il lavoratore vende la
    propria CAPACITA’ LAVORATIVA e il capitalista
    acquista i mezzi di produzione.
    IGNORANTONE!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  63. Nell’impostazione marxiana certo. Ma alla fine invertendo l’ordine dei fattori, il prodotto non cambia. C’è un datore di lavoro che retribuisce il lavoro svolto dai suoi dipendenti e i dipendenti percepiscono una retribuzione per il lavoro che svolgono. Sommato al costo totale di produzione si applica il margine che deve assorbire i costi generali dell’azienda, pagare gli ammortamenti in atto, pagare i fornitori delle materie prime o semilavorate, sostenere gli investimenti sia produttivi che di ricerca, pagare le tasse societarie e alla fine generare un utile, cosa questa quasi utopistica in questi periodi di recessione.
    Ma alla fine è sempre un cerco e offro lavoro. 3×2 oppure 2×3 fà sempre 6 da qualunque parte tu la voglia girare e questo poco o nulla importa ai fini pratici, è solo un fatto di impostazione mentale, ma il succo non cambia.

  64. Alla fine un bel niente!Nessuna impostazione mentale!
    Perchè il prodotto, come dici tu, è che i poveri diventano sempre piu’ poveri e le ricchezze del momento produttivo vanno a finire sempre piu’ nelle mani o tasche di comunita’ sempre piu’ ristrette!!!
    Marchionne o Berlusconi e tutta questa razza di mariuoli che si sentono piu’ poveri perchè hanno guadagnato qualche milione di euro in meno e si lamentano pure!!!Questa AVIDITA’ è il vero SCHIFO di questi MISERABILI che non hanno nessuna sensibilita’ nei confronti di milioni di persone che patiscono molto spesso la fame ed io non dovrei odiarli???
    Sarebbe folle il CONTRARIO!!!
    Io sono realista non IDIOTA!!!
    Marx, è stato considerato il genio piu’ IMPORTANTE del MILLENNIO appena passato, non era un mediocre ragioniere come Tremonti o Brunetta, roba da prenderli a schiaffi un giorno si’ e l’altro pure!!!

  65. è Karl Marx il genio dell’ ultimo Millennio

    02 ottobre 1999 — pagina 19 sezione: CRONACA
    LONDRA – Karl Marx si è preso una bella rivincita, dieci anni dopo il crollo del muro di Berlino: l’ hanno definito “il più grande cervello del millennio” in un concorso della Bbc via Internet. Il padre del comunismo ha stracciato i geni della fisica Albert Einstein e Isaac Newton, relegati al secondo e al terzo posto. Tanta è stata la sorpresa per l’ esito del sondaggio che sulle prime alla Bbc hanno addirittura pensato ad una specie di complotto: e se a votare in massa per Marx fossero stati i comunisti cubani, su ordine di Fidel? Non ci sono prove di congiure, ma il sospetto che dietro la promozione di Marx ci sia una qualche manovra orchestrata da uno degli ultimi regimi di stampo sovietico è nato per un dettaglio: Marx ha superato il favorito numero uno Einstein soltanto l’ altro ieri, l’ ultimo giorno del concorso, grazie ad un’ improvvisa e abbondante pioggia di suffragi. Il trionfo di Marx è particolarmente curioso perchè coincide in Gran Bretagna con il lancio di una nuova biografia dove il padre del comunismo fa la figura del “sadico teppista intellettuale”, permaloso, infognato in una vita di “caos e squallore” a Londra, mantenuto a lungo con “profitti capitalisti” da quel rampollo della razza padrona che era l’ amico Friedrich Engels. E c’ è materia di riflessione anche per Tony Blair, che martedì ha accentuato il distacco dalla sinistra tradizionale lanciando al congresso del New Labour una nuova parola d’ ordine: “La lotta di classe è finita, incomincia la guerra per l’ eguaglianza delle opportunità”. Quarto nella hit parade è l’ evoluzionista Charles Darwin, seguono San Tommaso d’ Aquino, Stephen Hawking, Kant, Cartesio, il matematico James Clerk Maxwell e Friedrich Nietzsche. Sul primato di Marx ex comunisti, come Lucio Colletti e Saverio Vertone, e comunisti doc, come Mario Capanna e Oliviero Diliberto, si dividono tra toni velatamente critici e moderatamente agiografici. “Carlo Marx? Mille volte meglio Darwin” osserva il filosofo Lucio Colletti. E, a sorpesa, anche il guardasigilli Diliberto confessa di preferire Cartesio, Copernico ed Hegel, “che hanno lasciato il segno su tutto il pensiero del millennio, non solo in un campo specifico”. “Mi sembrano stupide queste gare di intelligenza – nota il senatore Saverio Vertone – anche se Marx merita sicuramente una quotazione alta. Si dimostra tuttavia come in Inghilterra ci sia un ripensamento rispetto alla mitologia del pensiero unico della globalizzazione e che si comincino ad avvertire anche lì le ferite sociali che in quel pensiero non sono contemplate”. Per Mario Capanna, ex leader storico del ‘ 68, “è una cosa simpatica e non infondata che si sia scelto proprio Marx. A parte i noti errori commessi da certi suoi discepoli, come gli stalinisti, le capacità di analisi circa le dinamiche del capitalismo di Marx si sono rivelate preveggenti a distanza di più di un secolo”.

  66. Ma ti sei almeno accorto che hai postato un commento assolutamente sputtanante di Karl Marx ? Votato all’ultimo giorno dai russi e sostenuto dai cubani per ordine del partito, mantenuto dai capitalisti, sondaggio a ridosso del lancio della sua impetosa biografia, sadico teppista intellettuale, permaloso, infognato in una vita di “caos e squallore” a Londra, mantenuto a lungo con “profitti capitalisti” da quel rampollo della razza padrona che era l’ amico Friedrich Engels, sbeffeggiato dagli stessi comunisti non russi eccetera. Cos’hai bevuto per colazione questa mattina, kerosene ? hahahahaha

  67. PS
    E poi il sondaggio è del 1999, di 13 anni fa. Da allora ad oggi forse ne hai parlato solo tu.

    E da ultimo il sondaggio non è sostenibile perchè paragona le mele con le pere, Einstein (2° posto) era uno scienziato fisico-matematico, Marx un filosofo politico-sociale. Che c’azzecca? Un conto è la scienza e un’altro la filosofia. Quindi secondo te valgono di piu le chiacchiere di un filosofo di parte politica che di uno scienziato che ha mandato l’uomo sulla Luna o di quel tale Pasteur che ha scoperto la pennicillina eccetera?
    Ma basta, ragiona per una volta da Homo Sapiens e non da circopiteco!

  68. Puoi dire quello che vuoi, ma ho ragione io e questa volta al 100%. Superficiale sei tu che hai preso per oro colato le prime tre righe del sondaggio, invece io l’ho letto tutto con attenzione dato che mi sembrava da subito una bufala e infatti poi avevo ragione. hehehehehehe

  69. Lo slogan che ho scritto non ti soddisfa???
    Tu, se non sbaglio, sei pure laureato in SCIENZE POLITICHE E SCIENZE ECONOMICHE E COMMERCIALI!!!
    Non filosofia politica o filosofia economica!!!
    E allora non capisci che si parla di SCIENZIATI in campi differenti???
    Copernico o Darwin o Hegel o San Tommaso d’Aquino…???
    Il socilaismo scientifico in Marx è cosa differente dal socialismo utopico di Saint Simon!!!
    In miseria della filosofia, poi, Marx critica ASPRAMENTE Proudhon il quale elabora il concetto di lavoro in senso figurato, mentre in Marx è fattore determinante per la produzione di merci…
    e ti pare poco??? Avendo dato la base FONDAMENTALE per Il Capitale???Che poi ci siano i critici di Marx è ovvio e banale!!!
    Quelli che sono espressi in precedenza!!!
    Anche Galileo, copernicano convinto, dovette abiurare per salvarsi la vita a differenza di Giordano Bruno che venne bruciato.
    Il risultato???
    Copernico e Galileo erano due geni!!!
    Banale!!!
    E’ difficile capire questi concetti???

  70. Di’ pure quello che vuoi, ma alla fine di Marx non ne parla piu’ nessuno se non in storia della filosofia, da qualche vecchio professore residuato bellico del ’68. Anche Kaynes era stato osannato con il suo deficit spending, ora lo ammazzerebbero di botte ! E se le meriterebbe pure !

    I tempi si evolvono e quello che andava bene ieri non va piu’ bene oggi. Filosofocamente parlando Marx aveva anche alcune ragioni, ma ormai sono arcaiche e pure teorie scolastiche, fuori dalla realtà.

    Prova ad andare a un convegno di Confindustria, di Confartigianato, di Confcommercio, di Confagricoltura, a una riunione del G 20, agli incontri bilaterali fra capi di stato e di governo per le politiche commerciali di import-export, insomma nelle sedi che contano veramente e non in quelle politiche e ti direbbero che le barzellette si raccontano nella pausa pranzo, forse.

  71. I templi del capitale, mio caro, riescono a spiegare come si esce dalla crisi???
    E che cosa si ripsonde ai milioni di disoccupati o agli imprenditori che si suicidano???
    In Confindustria quali sono le barzellette
    che si raccontano???
    Quella del milione di posti di lavoro del vostro GURU Silvio Berlusconi???
    O si ridacchia per il prossimo terremoto, tipo Aquila, e buttrasi a pesce per eventuali finanziamenti Statali IN OSSEQUIO AL libero Mercato???
    Belle queste barzellette!!!

  72. Belle anche quelle di Lusi, di Penati, di Greganti, di Franceschini, della barca di D’Alema e del passaggio del proprio patrimonio di Prodi ai suoi figli caso strano giusto un mese prima che fosse attuasse la legge sulle eredità.

    Bella quella di Veltroni che ha detto di essersi comprato l’appartamento di Manhattan (se lo possono permettere solo i grandi milionari) con il ricavato dei suoi libri, quando addirittura Camilleri ha ammesso che malgrado le centinaia di migliaia di libri venduti, se non fosse stato per le fiiction televisive sul commissario Montalbano, avrebbe dovuto chiedere la legge Bacchelli !

    Bella anche quella della COOP, il maggiore avasore fiscale in Italia.

    Come vedi, la politica TUTTA è una barzelletta. Apri la mente e snmettila di vedere il marcio solo da una parte perchè allora ti chiedo come mai il vostro Violante, all’indomani dell’ascesa di Grillo, ha già decretato che il Porcellum non si tocca in modo da non farlo entrare in Parlamento ? Ma come ? Proprio voi che del Porcellum ne avete detto peste e corna e ne avete fatto un cavallo di battaglia ? Apri la mente, ormai il paraocchi lio hanno tolto anche ai muli.

    Dulcis in fundo solo Violante e guarda caso il Compagno Bertinotti non vogliono rinunciare ai privilegi per gli ex Presidenti della Camera !!!

    E Bertinotti poi chi cacchio l’ha votato per sedere ancora in Parlamento e prendersi fior di soldi nostri a tradimento ? Chi ?!!?

    Apri la mente e lascia perdere la filosofia vecchia di 100 anni. Guarda avanti.

  73. Appunto…questa è la storia!!!
    Meglio rinfresacrsi le IDEE!!!
    ==========================================
    ==========================================

    16/10/2010
    BAD GODESBERG E Marx ando’ in soffitta

    Tamburrano: “Reagirono male anche i riformisti” Solo nel ‘ 78 Craxi ripudio’ il marxismo per Proudhon

    ABIURE Dal 13 al 15 novembre 1959 in una cittadina vicino a Bonn la socialdemocrazia tedesca celebro’ il congresso della svolta. Su cui piovvero gli anatemi della sinistra italiana BAD GODESBERG E Marx ando’ in soffitta Tamburrano: “Reagirono male anche i riformisti” Solo nel ‘ 78 Craxi ripudio’ il marxismo per Proudhon “Io sono uno che con il comunismo si e’ bruciato le dita. Dovete credermi quando vi dico che di liberta’ si puo’ parlare solo nella liberta”. Herbert Wehner aveva creduto nella rivoluzione bolscevica, era stato in Russia e portava nel cuore, come un marchio, lo sgomento suscitato dall’ acre deserto stalinista. Le sue parole, dolorose e appassionate, fecero vibrare d’ emozione i trecentoquaranta socialdemocratici tedeschi riuniti nella sala comunale di Bad Godesberg, a un tiro di schioppo da Bonn. Era il novembre del 1959. Per tre giorni, da venerdi’ 13 a domenica 15, i delegati della Spd (Sozialdemokratische Partei Deutschlands) avevano discusso il superamento del vecchio programma di Heidelberg (1925) e deciso, senza eccessivo travaglio, il licenziamento di Carlo Marx e l’ addio alla rivoluzione. Certo, dubbi e opposizioni non mancavano. E proprio le voci dissidenti venivano enfatizzate dalle cronache dell’ Unita’ , scritte dal corrispondente Giuseppe Conato e permeate dallo sdegno per “la nuova corrente rinunciataria”. Ecco la voce di due delegati di Amburgo, Balchestein e Ruhnau, che raccomandano di “non gettare fuori bordo il marxismo”. Dorsch, delegato di Erlangen, accusa: “Il programma e’ opportunista”. Ma alla fine gli ammonimenti umani e storici di Herbert Wehner, il carisma del segretario Erich Ollenahuer, i ragionamenti di Willy Brandt, allora borgomastro di Berlino Ovest, le teorizzazioni giuridiche di Carlo Schmidt (da non confondersi con il quasi omonimo teorico del decisionismo) e le esposizioni economiche di Karl Schiller (tutte in chiave keynesiana) prevalgono a stragrande maggioranza. Il nuovo programma viene approvato con 324 voti contro 16. Si oppongono i giovani dell’ organizzazione studentesca (la Sds) che due anni dopo saranno espulsi e che poi, sotto la guida di Rudi Dutschke, daranno vita ai moti del ‘ 68. Ma nel novembre del ‘ 59, i dirigenti dell’ Spd erano in tutt’ altre faccende affaccendati. La socialdemocrazia non era piu’ tornata alla guida del Paese dai tempi della Repubblica di Weimar (governo di Hermann Muller, 1928 – ‘ 30). E nella Germania del dopoguerra la Cdu di Konrad Adenauer sembrava non avere rivali. Ma anche la Spd voleva partecipare al “miracolo tedesco” ed ecco l’ impellenza di una profonda revisione ideologica per conquistare i voti cattolici e moderati. Via libera quindi alle novelle enunciazioni: “Il socialismo democratico ha le proprie radici nell’ etica cristiana, nell’ umanesimo e nella filosofia classica”; “il partito socialdemocratico tedesco e’ il partito della liberta’ di spirito”; “i comunisti soffocano in modo radicale la liberta”; “un’ economia coercitiva di tipo totalitario distrugge la liberta’ . Per questo la Spd approva il mercato libero in cui regna sempre una concorrenza effettiva”. “I socialdemocratici di Bonn si trasformano in liberali”, titola causticamente l’ Unita’ a conclusione del congresso: “Il grido di guerra tra capitale e lavoro si e’ spento”. Il giorno dopo un’ editoriale non firmato, e quindi attribuibile al direttore di allora Alfredo Reichlin, parla di “evento grave”. Non basta. Su Rinascita, e’ Mario Alicata, ideologo e organizzatore di cultura del Pci togliattiano, a illudersi di chiudere subito i conti con Bad Godesberg. Dopo aver parlato di “auto da fe” della Spd, “di inconsistenza teorica e fumosa genericita’ che rasenta il grottesco”, Alicata emette la condanna: ” + chiaro che questa rinunzia deve essere considerata come una ulteriore vittoria, e pericolosissima, della vecchia classe dirigente tedesca che dopo essere sopravvissuta al crollo dell’ impero guglielmino e dopo avere distrutto la repubblica di Weimar, e’ ancora una volta risorta intatta dalle ceneri del nazismo”. Il muro di Berlino era ben saldo. E il partito comunista al revisionismo di Bad Godesberg preferiva l’ ortodossia della Germania dell’ Est dove “un’ ala del movimento operaio tedesco, sotto la guida dei comunisti, si e’ gia’ costituita in Stato”. Proprio nei giorni di Bad Godesberg, Palmiro Togliatti, presentando il nono congresso del Pci, annunciava compiaciuto il “processo di democratizzazione” dei Paesi dell’ Est e confermava come obiettivo finale “la societa’ comunista”. Ma a sparare su Bad Godesberg non furono solo i comunisti. Riccardo Lombardi sull’ Avanti! bollo’ “l’ origine servile” della svolta socialdemocratica. E Pietro Nenni, pur segretario di un Psi non piu’ frontista e che si preparava al centrosinistra, ricordo’ severo: “Il movimento operaio e socialista ha il suo obiettivo insostituibile nella soppressione del sistema di classe capitalista”. “In effetti – ricorda Giuseppe Tamburrano, presidente della Fondazione Nenni – tutta la sinistra italiana reagi’ male alla svolta della Spd. Anche la rivista dei socialisti riformisti, “Critica Sociale”, la piu’ aperta e sensibile alle istanze del revisionismo, giudico’ negativamente, proprio con un mio articolo, Bad Godesberg. E persino Saragat storse il naso: oggi puo’ sembrare strano ma era un marxista ortodosso e si contrapponeva al leninismo giudicandolo un’ aberrazione, un tradimento. Riteneva Marx un pensatore democratico e libertario, la negazione del totalitarismo”. E cosi’ l’ eresia tedesca fini’ nel dimenticatoio. Per quasi vent’ anni non si parlo’ piu’ del pragmatismo socialdemocratico. + interessante rilevare come proprio in Germania, la culla di Karl Marx e Friedrich Engels, e in Gran Bretagna, rifugio dei padri del materialismo storico, il revisionismo abbia fatto passi da gigante, stentando invece ad attecchire in Italia, in Francia, in Spagna. Il germanista Angelo Bolaffi abbozza un’ analisi: “Nei Paesi cattolici predomina l’ elemento anarco – comunista rispetto a quello socialdemocratico riformista del Nord Europa che ha una matrice protestante e un rapporto diverso, piu’ pragmatico, con lo Stato e la politica. In Italia, dove lo Stato e’ piu’ debole di quello francese o spagnolo, le cose per il riformismo sono andate anche peggio”. Quando, nel 1980, lo stesso Bolaffi e Giacomo Marramao pubblicarono su “Rinascita” un articolo dal significativo titolo “Chi ha paura di Bad Godesberg?” furono bacchettati dai dirigenti del Partito comunista italiano. E ancora nel 1988, cioe’ un anno prima della caduta del muro di Berlino e della decisione di cambiare il nome del Pci, Achille Occhetto, nell’ introduzione di un libro di Peter Glotz, vagheggiava il superamento del capitalismo. E il Psi? Nel ‘ 77 Bettino Craxi, neosegretario del Psi, diede alle stampe la sua lunga relazione con il titolo “Costruire il futuro”, nella quale si parlava ancora di estensione del controllo pubblico dell’ economia. Tanto che nella prefazione, come ricorda Giuseppe Tamburrano, Claudio Martelli tenne a precisare: “Chi si aspettava una Bad Godesberg a scoppio ritardato sara’ deluso”. Solo l’ anno successivo, una volta ben in sella, Craxi tirera’ giu’ le carte affossando il marxismo – leninismo con il saggio pubblicato dall’ “Espresso”, nel quale rivalutava la figura di Pierre Joseph Proudhon oppositore di Marx, insieme con Michail Bakunin, nella prima Internazionale. Come ai tempi di Bad Godesberg la vignetta di un giornale tedesco aveva raffigurato i dirigenti della Spd mentre rifacevano il volto di Marx, Eugenio Scalfari scrisse che Craxi aveva tagliato la barba del profeta. Chiosa Bolaffi: “Sbaglio’ il testimonial, doveva scegliere Eduard Bernstein, ma nella prospettiva riformista aveva ragione. Pero’ poi e’ finita come e’ finita”. Gia’ , poi e’ scoppiata Tangentopoli. Ma questa e’ un’ altra storia. di MARCO CIANCA

    Cianca Marco-CORRIERE DELLA SERA

  74. Dimenticavo…
    Gli stalinisti del vecchio PCI, hanno poi messo Marx in Soffitta!!!
    Io vengo dall’esperienza, prima del vecchio PCI, col suo Centralismo Democratico(leggi stalinismo mascherato) e poi passato al gruppo di Lotta Continua, di ispirazione Marxista, ma che si rifaceva a Rosa Luxemburg
    di sicura matrice LIBERTARIA!!!
    Li conosco bene gli scandali dei neoriformisti e post-pci:
    Barche, Case, Ville…quante volte ne ho parlato in senso critico!!!
    Sono i PARVENU della politica!!!
    Hanno sostituito i CRAXIANI a sinistra di Berlusocni e Brunetta…
    Percio’ PDL e PD meno L!!!!
    Ovvio!!!
    L’analisi tua e mia CONVERGE perfettamente,
    Tu credi ancora al MERCATO io ne vedo i limiti, le contraddizioni e si’, il VECCHIUME teorico-ideologico altro che 100 anni ….stiamo parlando, di libzerismo che ha oltre 2 secoli di vita e viene SPACCIATO per nuovo???
    STUPIDAGGINI per gli IGNORANTI!!!!

Lascia un Commento