La Camera taglia i benefit di Irene Pivetti

Colpiti lei e Ingrao, salvi fino al 2023 gli altri, ma Casini rinuncia. Lei rabbiosa: “Si buttano per strada degli onesti lavoratori”

FOTO I costi (e gli sprechi) della politica italiana 

 

pivetti,ingrao,violante,bertinotti,fini,casiniA volte la politica taglia i costi, seppur a capocchia. L’ufficio di presidenza della Camera ha cancellato i benefit a vita per gli ex presidenti di Montecitorio, copiando la procedura del Senato: gli ex presidenti potranno godere di uffici, auto e segreterie per dieci anni dalla fine dell’incarico. Con l’eccezione degli ex presidenti eletti deputati nella scorsa o nell’attuale legislatura, per i quali i dieci anni decorreranno a partire dalla fine di questa legislatura. Le eccezioni, si sa, fanno la differenza.

In pratica, i due “tagliati” sono Pietro Ingrao, ormai verso i cent’anni, presidente della Camera fino al 1979, e Irene Pivetti. Invece, si salvano Violante, Casini, Bertinotti e Fini, che avranno i benefit fino al 2023. Casini, però, ha scritto al presidente in carica Fini dicendo che rinuncia ai benefit. Lo seguiranno gli altri?

Pivetti, che recentemente aveva fatto discutere per un’intervista ad A dove disse che non ha abbastanza soldi per accendere un mutuo, ha commentato rabbiosa la notizia, proiettando il problema sul suo staff: “Stanno colpendo delle povere persone, dei privati cittadini, che hanno la sola colpa di lavorare accanto a una persona che non è amata dal Palazzo. E’ il risultato di un clima forcaiolo che non distingue i bersagli. Un assurdo paradosso che, per colpire la Casta, finisce per colpire chi con la Casta non c’entra nulla, come me o Ingrao, buttando per strada degli onesti lavoratori”. Un altro grattacapo per “Grimilde” Fornero, sistemare chi lavora con Irene Pivetti. A meno che non se li prendano Violante, Bertinotti o Fini, come gesto di gratutidine per aver salvato i loro benefit fino al 2023, che in tempi di esodati che non avranno più la pensione ci sembra una cosa senza alcun senso. 

13 pensieri su “La Camera taglia i benefit di Irene Pivetti

  1. Il paradosso è che questa “contessa” ci rimane male!!!
    Siamo al teatro dell’ASSURDO!!!
    Pure PARADOSSALE è che gli altri ex-presidenti in questione debbano conservare
    i loro PRIVILEGI fino al 2023!!!
    Altro che la CASTA dei NOTAI e tutte le altre CORPORAZIONI!!!
    E’ una malattia che puoi DEBELLARE soltanto
    con “ANTIBIOTICI” di nuova genearzione:
    la zappa o la forca!!!

  2. Primo! Vorrei sapere i privati cittadini che ” lavorano accanto ad una persona che non è amata dal palazzo” cosa fanno! Aiutano la Pivetti a organizzare le comparsate in TV? allora è giusto che le paghi la Pivetti,non gli italiani Per quanto riguarda la Sig.ra Pivetti che non ha abbastanza soldi, visto che si organizza TELETHON, potremmo anche organizzare un “Pivettithon” o un “parlamentarithon” Sono vergognosi,senza dignità tutti e dico tutti!

  3. Siamo alla canna del Gas…..Signori qui si parla di benefit a Fini ??? a Bertinotti ??? Ma quando questi signori si metteranno una buona volta davanti alla specchio e si sputeranno in faccia da soli ??? Xchè se dovessimo arrivarci Noi davanti alla loro faccia ve lo assicuro nn si tratterebbe solo di sputare in faccia a queste specie di umanoidi ma di spaccargli letteralmente i denti così almeno con i loro benefit saprebbero dove metterli…un chirurgo plastico…..IGNOBILI DEVONO SERVIRE IL PAESE E INVECE SIAMO NOI CHE SERVIAMO LORO XCHE_ NOI LE TASSE LE PAGHIAMO….Bhe invece la Pivetti FA SCHIFO ANCHE LEI

  4. Una domanda sorge spontanea,la gente a disposizione della Pivetti che mansioni hanno? visto che la Pivetti non si occupa più di politica?Forse gli servono per tenere l’agenda delle varie partecipazioni negli studi televisivi,se è così è giusto che lei assuma questi collaboratori trovando un’altra sede.

  5. Irene Pivetti, non si deve arrabbiare, i benefit li ha sempre percepiti anche dopo la sua uscita dalla politica per fare l’atrice con relativo compenso. in sostanza aveva sempre lavorato, il pane non gli è mai mancato. Ora i suoi politici hanno deciso che per sanare il deficit, o ridurlo per essere credibili all’estero, occorre cambiare. Se a un onesto lavoratore, gli viene chiesto di fare 40 anni di servizio prima della meritata pensione, anche i nostri politici devono fare altrettanto a cominciare da quelli che anno fatto solo 5 anni di legislatura, si è sempre chiesto le pari opportunità, ora che le abbiamo quasi raggiunte non devi lamentarti, fai anche tu i tuoi 40 anni di servizio se voui restare nel mondo dello spettacolo, che hai già dato tanto di Tuo.

  6. Cara la mia irene, chi ha approvato queste leggi sono quelli del tuo partito, a loro devi chiedere spiegazioni in merito. Come ex politica le cose le devi sapere, conosci le regole o no? Una come la Pivetti che si è sempre esibita nel mondo dello spettacolo non conosce i bisogni della gente, non conosce la politica e le esigenze del popolo. Si è trovata lì in mezzo mentre si era acceso un dibattito politico, ed è stata eletta nelle file fel suo partito, perchè è un personaggio televisivo non per la passione politca. Tutto lo dimostra visto che è tornata in televisione con le sue fixsion. Credeva di assicurarsi uno stipendio fisso senza averne i requisiti troppo comodo. Devi fare anche tu i 40 anni di servizio, senza protestare è il tuo partito che lo chiede.

  7. Irene premetto che non mi sono mai schierato nel PDL, e tanto meno nella Lega, sia ben chiaro. Anche se il Tuo padrone ha dato le dimissioni vige ancora la maggioranza del PDL. Le leggi emanate in questo periodo hanno sempre avuto l’aprovazione della maggioranza dovresti saperlo eri una di loro. Più che onesta eri in buona fede per mancanza di nozioni, dovevi informarti. Errore tuo è stato uscire dalla politica si è capito subito che a te interessava solo il vitalizio come ex deputato. In poltica si entra per passione non per interesse economico, non sei l’unica, tutti quelli del mondo dello spettacolo e ex operai, ex calciatori, ti promettono un sacco di cose pur di avere i voti sufficenti per raggiungere l’ambita meta; una volta raggiunti il traguardo della camera o del senato non sanno più chi sei.

  8. ma se non ha più incarichi politici che ci fanno gli onesti lavoratori con lei? si grattano le ……. ma è assurda sta cosa? la povera irene ha mai pensato quanti stanno peggio di lei e per merito di gente come lei che prendono soldi senza fare niente oltre alle squallide comparsate TV giusto per farsi vedere?

  9. C’era una volta… or non c’è più.?… un principio, forse una Legge, per cui i benefit acquisiti non potevano essere tolti, ma conservati, ad personam, vita natural durante.! Ciò anche se di tale benefit non ne godrebbero le persone che successivamente assumono lo stesso incarico.! E’ legittimo quindi che la Pivetti abbia a lamentarsi per la diversità di trattamento, rispetto i pari collega, non tanto per il suo personale trattamento, che si ritiene sufficiente per la sua sopravvivenza, quanto per quello riflesso dei suoi dipendenti che si troveranno in mezzo la strada, senza averne colpa, sempreché non siano dei “Lavoratori in nero”, ma Lavoratori regolarmente assunti con contratto a tempo indeterminato.! Che la Fornero si dia da fare per risolvere, in modo “equo”, anche questa gatta a pelare e tutte le situazioni anomale che si verranno a creare in dipendenza di cambio delle Regole, nel rispetto del principio universale che recita.: “Fin quanto c’è un solo Povero sul Pianeta, l’Uomo non ha ancora fatto tutto il suo dovere, perché quel Povero potrei essere proprio io.!”

  10. Sono dei ladri da 70 anni, e il popolo bue continua sempre a guardare. Svegliaaaaa, ma non vediamo come questi politici ci derubano ogni giorno, e noi che facciamo? ci lamentiamo tra di noi, e loro ci fottono sempre. continuiamo a dormire.

  11. Cara la mia Irene Pivetti alias sanguisuga mai sazia e senza fondo dei nostri soldi nonché parassita statale o meglio addirittura saprofita visto che lo Stato Italiano ormai è un cadavere per colpa vostra, sarebbe come se io non lavorassi piu’ in un’azienda e pretendessi rabbiosamente di continuare a percepirne lo stipendio per tutta la vita.
    In piu’ mantieni uno studio completamente attrezzato a Montecitorio e nessuno sa perchè.

    Ma cosa abbiamo mai fatto noi Italiani di male per dovervi sopportare e mantenere a vita?

    E Casini meno male che ha rifiutato il vitalizio, ma i KOMUNISTI PER IL POPOLO, ormai totalmente svergognati, Bertinotti e Violante non ci rinunciano !!!
    Ognuno ne tragga le ovvie conseguenze.

    Per questa volta sono assolutamente e totalmente d’accordo con Parascandolo: zappa e forconi, ma intrisi di curaro !

Lascia un Commento