Mario Monti, un papa non più straniero

Napolitano lo nomina senatore a vita ed è il premier in pectore. Chi è e cosa ne pensano le forze politiche

FOTO Chi è Mario Monti

SONDAGGIO Basterà un governo Monti a cavalcare la crisi?

(la Presse)
monti-napolitano.jpgE Mario Monti sia. In una repubblica non presidenziale come la nostra, è il presidente che detta l’agenda anti crisi. Con la nomina di Monti senatore a vita, Giorgio Napolitano apre la strada a un governo presieduto da Monti, che ora non è più un “tecnico” in senso stretto. Silvio Berlusconi fa capire di essere d’accordo. Altri no. Ma chi è Mario Monti?

I fan di Steve Jobs e di Apple apprezzeranno di Monti la sua sfida al monopolio di Microsoft, quando da commissario Ue applicò al gruppo di Seattle nel 2004 una maximulta da 497 milioni di euro, condannandolo a consegnare agli altri produttori i codici sorgente di Windows per rendere i server compatibili con quello di Gates. Presidente della Bocconi, convinto europeista, difensore dell’Euro, commissario “bipartisan” nominato dal primo governo Berlusconi e confermato dal governo D’Alema, incaricato dal presidente Barroso di redigere il rapporto sull’integrazione fra le economie dei 27 paesi dell’Unione. In passato, Monti ha rifiutato incarichi di governo per carenza di ampio appoggio: ora, se diventasse premier, cosa farà?

Il Pdl si spacca, ma buona parte di fedelissimi di Berlusconi è contraria al voto anticipato. Nella Lega, Bossi dichiara di voler andare all’opposizione. Il terzo polo è entusiasta. Il Pd è favorevole, ma con riserva. Di Pietro lo boccia, ma la base pare arrabbiarsi con il “padre padrone” dell’Idv. Saran lacrime e sangue, comunque. Forse con Monti potrebbero essere meglio digerite.

20 pensieri su “Mario Monti, un papa non più straniero

  1. Monti è abile e capace Economista Liberista verso cui mi sento RISPETTOSO per la sua serieta’ professionale.
    Negli USA ha studiato col Nobel James Tobin
    e, è stato apprezzato in Europa sia a sinistra che a destra.
    Riconoscimenti autorevoli in occidente sono venuti per la sua capacita’ di r regolare al meglio la concorrenza, in momenti di concentrazioni spietate.
    La MICROSOFT è stata uno dei suoi bersagli
    ANTIMONOPOLISTICI, anche se la vertenza, dopo anni, non è ancora conclusa!!!
    Certamente, in questo momento, puo’ essere
    l’OTTIMA guida affinche’, dopo la SCIAGURA
    del Berlusconismo, che ci ha travolto,
    PERICOLOSAMENTE senza troppe vie d’uscita,
    Il presidente della Bocconi ha tuttele carte in regola per dare fiducia ai mercati AGGUERRITI e diffidenti verso
    UNA NAZIONE DECIMATA peggio che se fosse stata BOMBARDATA da una guerra, sotto il profilo ECONOMICO-FINANZIARIO,nonostante
    POTENZIALMENTE, avevamo parecchi indicatori
    piu’ favorevoli, dopo la crisi finanziaria del 2008 GESTITA da cani dal duo TREMONTI/BERLUSCONI!!!
    Per il bene della NOSTRA NAZIONE,se ancora vi è rimasto un briciolo di dignita’,
    fate come RAUL GARDINI….
    SUICIDATEVI!!!!

  2. Okkio che Monti è uno di quegli “esperti” che sostengono che per uscire dalla crisi bisogna aumentare le tasse. Cosi ammazziamo ancora di piu’ il commercio e ci impoveriamo ulteriormente e di eliminare gli abnormi sprechi pari a tre finanziarie ogni anno nemmeno ne ha mai accennato. Dalla padella nella brace. E’ anche lui una vecchia mummia nel fisico e nella mente e si vede tutta.

    MA BASTAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA

  3. Mario Monti, n.1943 a Varese, Europeista, Economista, una carriera di tutto rispetto.! Se Monti, in questo scorcio di legislatura, avvalendosi probabilmente di una maggioranza risicata, non riuscirà a cominciare a mettere a posto i conti italiani, significa che l’Italia andrà a picco, fuori dall’euro, dall’Europa, dal Pianeta, per sempre.! Se sarà capace di impostare l’economia del nostro Paese su basi del “chi più ha più deve sostenere le spese”, è facile procedere, per gradi, alla riforma di tutti principi che in atto sono vantaggiosi soltanto per la classe benestante, a danno dei meno abbienti.! In sostanza, bloccare ogni situazione in declino (debito pubblico, disoccupazione, cassa integrazione, precarietà, finanziamenti a tappetto), saranno l’inizio di un decorso dal quale è possibile impostare, se non la crescita, almeno la “non decrescita” della produttività, in modo da poter cominciare a garantire i settori fondamentali della vita pubblica (Sanità, Scuola, Sicurezza), reintegrando i fondi tagliati in modo scriteriato e palesemente discriminatorio.!

  4. Pare che voglia diminuire i costi della politica. Speriamo e aspettiamo i risultati.

    Scritto da: Matteo | 14.11.2011
    ———————————–

    conosce l’uomo? tragga le sue conclusioni!
    non lo conosce? impari a stare zitto e aspettare senza dire stronzate!

  5. Ma piantala ninnononnokazzola di fare lo sbruffone, ormai non mi fai piu’ nemmeno ridere, mi fai solo piangere perchè constato quanto in basso possa cadere l’essere Umano.

    Non hai mai postato un tuo ragionamento. Ti sei sempre e solo limitato a rispondere polemicamente. Non hai mai costruito niente. Polemiche dozzinali.

  6. x ninocasola
    è uno dei TANTI PLAGIATI dal SUO cavaliere!!!
    ha un po di soldi, di dubbia provenienza, e crede di capire piu’ degli altri avvolto
    nella sontuosa TORRE D’AVORIO costruita’ sulla INDISCUTIBILE MEDIOCRITA’!!!
    Il plurilaureato!!!

  7. Giuseppe, il nostro trilaureato scrive stronzare ad ogni suo intervento
    ormai ci ho fatto il callo e forse sarebbe stato interessante farlo morire sul monte Taigeto, dove gli spartani facevano morire i figli nati deformi o precipitarlo dalla rupe Tarpea (che è a Roma e non a Troia) e da dove si facevano precipitare i traditori e non i figli degli spartani nati deformi
    chisto nun tene nè ‘e tre lauree, nè ‘e sorde e nemmen”o cereviello.
    po’ nun ten”educazione e ‘a vo’ ‘mparà all’aute!

  8. Puerili.

    Taigeto e Tarpea, ammetto la confusione dei nomi, grazie, ma a Sparta quella di buttare dalla rupe i bambini deformi e non idonei al combattimento e all’esercito e quindi di peso inutile per la società è una cosa ormai assodata. Oltre a loro anche i traditori, mentre i nemici venivano …semplicemente passati a fil di spada.

    Certo che le mie tre luree vi danno parecchio fastidio dato che me le rimproverate a getto continuo. Perchè vi danno fastidio ? A ninocasola ho teso la mano sulla vericica delle leuree, dei master, di Crans, ma non mi ha mai dato modo di contattarlo. Forse per le conseguenze che gli ho promesso dopo averlo sputtanato e sbugiardato ? Eh si, quando vuoi vedere le carte tutti i bari scappano.

  9. LE TRE LAUREE LEI NON LE HA MAI VISTE, DA COME RAGIONA E SCRIVE!!!!
    confusione dei nomi? lei è tutto confuso. sragiona dalla prima volta che ha incominciato a scrivere su questo blog e NON esiste persona con idee discordanti dalle sue che non sia stato fatto segno di prese per il culo e NIENT’ALTRO perchè nullo è il suo modo di ragionare
    le tre lauree non glie le rimprovero ma ne faccio oggetto di caricatura che lei da povero mentecatto non riesce nemmeno a capire
    metta in chiaro il suo indirizzo (quello vero) e poi ci sentiremo. io scrivo il mio nome e cognome ma sono convinto che lei non si chiami nemmeno Matteo, non è un industriale, non ha le tre lauree che millanta e non è nemmeno del nord e forse ci conosciamo direttamente

  10. ah, dal monte Taigeto i bimbi spartani non venivano buttati giù ma lasciati morire alle intemperie
    ah, la rupe Tarpea è a Roma e non è nè a Troia nè tantomeno a Sparta
    poi a Roma i traditori della patria NON venivano passati a fil di spada ma venivano precipitati appunto dalla rupe Tarpea
    quando le cose non le sa, non se le inventi, le rideranno dietro

  11. Per quanto riguarda il tuo virulento post sulle mie lauree, contento tu….

    Per la rupe invece (a Sparta), quando studiavo io alle elementari ci avevano insegnato (nella mia scuola, nella tua forse avevano visto un film diverso) che i bambini deformi vonivano gettati appunto dalla rupe (A SPARTA). A Roma non lo so, ma non ci avevano mai detto niente di simile, poi ho detto che i nemici venivano passati a fil di spada, ma sempre a Sparta e non a Roma. Leggi bene. Troia ? Se ho scritto Troia da qualche parte allora ho scritto una cagata pazzesca !

  12. Insomma, ninocasola, ora sto facendo una confusione tremenda. Io mi riferisco a Sparta ! Come si chiamava la rupe di Sparta ? Proprio non me lo ricordo.
    Il monte Taigeto era a Troia?
    Ma sei sicurio che la rupe Tarpea fosse a Roma e non fosse invece quella di Sparta ?

    Insomma un casino pazzesco. Cortocircuito totale e senza appello !

  13. il monte Taigeto era a Sparta! lì venivano portati i bimbi nati da spartioti e lasciati alle intemperie: se sopravvivevano, significava che erano di robusta costituzione e all’altezza di essere arruolati come combattenti
    la rupe Tarpea era a Roma (oggi c’è un locale molto in) da dove venivano precipitati i traditori della Patria
    a Troia c’era qualche monte ma non ricordo.
    se mi ritorna lalla memoria, lo scriverò

Lascia un Commento