La neve accade

Strano iniziare l’anno con un post sulla neve, ma è l’argomento di questi giorni, anche politico. Ci ha fatto ieri una puntata anche Gazebo, seppure orientata – come soltanto Diego Bianchi e Andrea Salerno sanno fare – al reportage, con il servizio su Amatrice e Norcia purtroppo appesantite ancor più dal manto bianco che non facilita la ripresa dopo il … Continua a leggere

Il capro espiatorio

Alzi la mano chi vede un cambiamento di rotta nel governo Gentiloni, che sembra fatto da Renzi senza Renzi, anzi senza sembra. L’ex premier si è dimesso, come da promesse, ma intanto ha deciso lui chi far subentrare al posto suo senza, in apparenza, che Mattarella mettesse troppo il becco, a parte raccomandare la velocità, che è stata più che … Continua a leggere

Si o No

Il #SioNo al referendum non mi appassiona: forse dovrei, ma non riesco a prendere una posizione. Non credo che “se vince il No non cambia nulla”, come continuano a dire Renzi e i suoi alfieri, semplicemente perché non è vero. Come non è vero che il Si sia catastrofico. Mi viene difficile sostenere la banda del No capitanata da D’Alema … Continua a leggere

Niente da Fo

Più che il Dario fu del Giornale, con il sommario su Dario Fo che da Sallusti ci si aspetta e che, forse, avrebbe strappato un sorriso anche all’interessato, il Vota Fo del Fatto quotidiano è davvero imbarazzante, oltre a fare un pessimo servizio al fronte del No al referendum. Io, ieri, ho consigliato di mettere da parte i commenti da … Continua a leggere

Roma (e Nettuno) contro Torino e Parma

Quanta differenza tra la “foto di Nettuno“, con il disco rotto di Beppe Grillo a disperata difesa dei “ragazzi” (come li chiama lui) Di Maio, Di Battista, Taverna e naturalmente Virginia Raggi, anche se non presente sul palco, e due sindaci del M5S come Federico Pizzarotti e Chiara Appendino, i quali, in questi giorni del tutto assurdi del caso Roma emergono per distinzione tra … Continua a leggere

Elisa la bandiera

Nessuno ci aveva pensato prima, nemmeno nella cerimonia di inaugurazione. Ci ha pensato Elisa Di Francisca, argento nel fioretto a Rio 2016 con un po’ di delusione per non aver bissato l’oro di Londra. Elisa però ha sventolato la bandiera della Ue in un gesto di unione contro l’Isis. Un bel gesto, considerando inoltre che quasi nessuno credo possieda o … Continua a leggere

Le scimmie e gli oranghi

Nasci in Nigeria, scappi da Boko Haram perché sei perseguitato come cristiano, affronti una traversata nel Mediterraneo con tua moglie che perde un figlio, arrivi a Fermo e ti uccidono perché reagisci a chi insulta tua moglie, dandole della “scimmia africana”. Se ti chiami Emmanuel, questa è stata la tua vita. Se ti chiami Chinyery, la tua vita continua, ma … Continua a leggere

La Brexit e il 1989

Per noi che nel 1989, quando cadde il muro di Berlino, avevamo 19 anni, risvegliarsi stamattina e leggere i risultati del referendum sulla Brexit è stato un trauma. O almeno per me. Per me che nel 1990 avevo 20 anni, che viaggiai in tutta l’Irlanda col mio primo Interrail (più traghetto dalla Francia), che una sera in un ostello ascoltai … Continua a leggere

Milano, dopo cinque anni è rimasta solo la pioggia

Questa foto è di cinque anni fa: l’arcobaleno su Milano dopo un temporale durante uno dei comizi di Giuliano Pisapia, che nella sua campagna a candidato sindaco contro Letizia Moratti riempiva ogni sera piazza Duomo e riempiva la città di partecipazione: in bicicletta, con le lenzuola arancioni appese a balconi e finestre, con manifestazioni visibili di qualsiasi tipo. Peraltro, anche … Continua a leggere